Partito del sesso a Vitebsk

🔥🔥CANNA PiU' LUNGA DEL MONDO 🎥 BACKSTAGE💥 Retroscena inediti💥🔥

Sexy spiaggia del mare

La seconda guerra mondiale vide contrapporsi, tra il e ille potenze dell'Asse e gli Alleati che, come già accaduto ai belligeranti della prima guerra mondialesi combatterono su gran parte del pianeta. È considerato il più grande conflitto armato della storia, costato all'umanità sei anni di sofferenze, distruzioni e massacri con un totale di morti che oscilla tra i 55 e i 60 milioni di individui. Le popolazioni civili si trovarono coinvolte nelle operazioni in una misura sino ad allora sconosciuta, e furono anzi bersaglio dichiarato di bombardamenti a tappeto, rappresaglie, stermini, persecuzioni e deportazioni.

Ad essi si contrappose l' Unione Sovietical'altra grande superpotenza forgiata dal conflitto, in un teso equilibrio geopolitico internazionale noto come guerra partito del sesso a Vitebsk. Le immani distruzioni della guerra portarono alla nascita dell' Organizzazione delle Nazioni Unite ONUavvenuta al termine della Conferenza di San Francisco il 26 giugno L'epoca successiva alla prima guerra mondiale vide la completa affermazione dell' Impero giapponese come grande potenza: dopo aver inglobato parte delle colonie tedesche dell' oceano Pacifico e aver assunto il controllo di diverse lucrose rotte commerciali nel bacino, con il trattato navale di Washington del 6 febbraio il Giappone ottenne il diritto di disporre della terza più grande flotta da battaglia del mondo, una condizione che gli garantiva una superiorità militare visto che i suoi più forti contendenti gli Stati Uniti e il Regno Unito dovevano dividere le partito del sesso a Vitebsk flotte tra Pacifico e Atlantico.

Lo scoppio della grande depressione nel spinse il paese a cambiare il suo focus economico, prima concentrato negli scambi commerciali con gli Stati Uniti, e a guardare con più interesse ai mercati asiatici partito del sesso a Vitebsk escluso dalle spartizioni coloniali del XIX secoloil Giappone si ritenne privato dell'accesso alle ricche risorse dell'Asia dalle potenze europee e decise partito del sesso a Vitebsk compensare questo stato di cose con una serie di aggressive manovre di espansionismo territoriale [1].

Lo sbocco primario di questo espansionismo fu la Cinaindebolita da una decennale guerra civile che vedeva contrapposte le forze comuniste di Mao Zedong a quelle del Kuomintang nazionalista di Chiang Kai-shek.

Il conflitto tra giapponesi e cinesi esplose infine in una guerra totale a partire dal luglio le forze nipponiche diedero il via all'invasione della Cina centrale e meridionale occupando nel giro di pochi mesi Pechino e Nanchino ma si ritrovarono poi invischiate in un lungo conflitto di guerriglia, in particolare dopo la stipula di una formale alleanza in chiave anti-giapponese tra i comunisti di Mao e i nazionalisti di Chiang; la vittoria nella lunga guerra contro i cinesi era quindi l'asse portante della politica estera nipponica al momento dello scoppio delle ostilità in Europa [3].

Condizioni estremamente punitive per una partito del sesso a Vitebsk che alla fine delle ostilità aveva truppe ancora attestate sul territorio francese, e che contribuirono a creare il mito secondo cui a far perdere la guerra all' Impero tedesco sarebbero stati pochi "traditori" interni non nazionalisti la cosiddetta "pugnalata alle spalle". Questo mito, e la pessima situazione economica della Repubblica di Weimar data dalle conseguenze del crollo della borsa statunitense delfu importante per l'affermarsi del Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori di Adolf Hitler : dopo la vittoria nelle elezioni federali tedesche delun parlamento controllato dai nazisti concesse al leader nazista poteri dittatoriali e l'anno dopo, con la morte dell'anziano Reichspräsident Paul von HindenburgHitler assunse la carica di Führer.

Con Hitler al potere iniziarono ben presto reiterate violazioni della pace del dopo l'uscita della Germania dalla Società delle Nazioni partito del sesso a Vitebskfu reintrodotta la coscrizione obbligatoria e venne posta al comando di Hermann Göring una nuova forza aerea, la Luftwaffe ; nel marzo delpoi, le forze tedesche remilitarizzarono la Renania.

Questo ottimo rapporto fu rafforzato dall'intervento comune italo-tedesco a favore partito del sesso a Vitebsk forze nazionaliste di Francisco Franco durante la guerra partito del sesso a Vitebsk spagnolaper poi concretizzarsi in un'alleanza militare tra le due nazioni la cosiddetta " Asse Roma-Berlino ".

Sfruttando il fatto che gli anglo-francesi non mostravano desiderio di scatenare un'altra guerra mondiale e tendevano a riconoscere alcune concessioni alla Germania la cosiddetta politica dell'" appeasement "nel marzo l' Austria fu pacificamente annessa partito del sesso a Vitebsk Reich tedesco, nonostante il divieto di un'unione austro-tedesca contenuto nel trattato di Versailles.

Successivo obiettivo dei tedeschi divenne la Polonia. Dopo Monaco gli anglo-francesi erano ormai disillusi sulle reali intenzioni espansionistiche della Germania, e fornirono immediato supporto alla Polonia perché si opponesse ai voleri di Hitler. Paesi neutrali. Altre periodizzazioni, meno tradizionali, fanno risalire concretamente l'inizio del conflitto con eventi bellici precedenti scatenati da altre nazioni: l' aggressione partito del sesso a Vitebsk all'Etiopiala guerra civile spagnola o l' attacco giapponese alla Cina.

L'esercito polacco contava un milione di uomini, diverse centinaia di autoblindo e carri armati di modelli leggeri o antiquati, con l'appoggio di seicento aerei di modesta qualità; la resistenza della Polonia fu partito del sesso a Vitebsk e ostinata, ma non sufficientemente consistente e coordinata: gli anziani generali polacchi commisero l'errore strategico di disperdere l'esercito lungo l'intera estensione della frontiera con la Germania, rendendosi vulnerabili ai rapidi sfondamenti dei panzer tedeschi che riuscirono a penetrare nelle retrovie nemiche compiendo ampie manovre di accerchiamento.

L'8 settembre i primi carri armati tedeschi giunsero alle porte di Varsavia dando il via a una feroce battagliamentre la maggior parte dell'esercito polacco veniva metodicamente accerchiata in sacche isolate e annientata nel giro di due o tre settimane.

Da quel momento, il conflitto assunse il carattere di una guerra totale : militari e civili furono ugualmente coinvolti, lottando disperatamente per la vittoria e la sopravvivenza. Il 17 settembre, in linea con quanto previsto nel patto Molotov-Ribbentrop, l'Unione Sovietica invase la Polonia da est incontrando scarsa resistenza.

I territori polacchi finirono spartiti tra tedeschi e sovietici, i quali istituirono durissimi regimi di occupazione responsabili di decine di migliaia di morti [4]. Mentre a est la Polonia finiva annientata, partito del sesso a Vitebsk situazione sul fronte occidentale rimase partito del sesso a Vitebsk tranquilla: a parte qualche scaramuccia, tanto i francesi affiancati dopo pochi giorni da una British Expeditionary Force quanto i tedeschi adottarono una strategia difensiva, non impegnandosi in scontri campali di vasta portata e rimanendo al coperto dei rispettivi sistemi fortificati di frontiera la Linea Maginot e la Linea Sigfrido.

Dal settembre all'aprile le prime battaglie tra Germania e anglo-francesi avvennero quasi esclusivamente nei mari e nei cieli. I tedeschi ottennero alcuni importanti successi iniziali, come l'affondamento della portaerei HMS Courageous a opera dell' U il 17 settembre nel Mare del Nord, o il siluramento il 14 ottobre della corazzata HMS Royal Oak a Scapa Flow a opera dell' U ; ma anche gli Alleati realizzarono a loro volta un successo inducendo, il 17 dicembre, la corazzata tascabile Admiral Graf Spee ad auto-affondarsi a Montevideo dopo essere stata danneggiata nel corso della battaglia del Río de la Plata.

Il conflitto mise in luce lo stato di profonda impreparazione bellica dell' Armata Rossa : privati di numerosi ufficiali a seguito delle " grandi purghe " staliniane degli annipartito del sesso a Vitebsk reparti sovietici si rivelarono scarsamente equipaggiati e poveramente addestrati, subendo ripetute sconfitte da parte dei finlandesi.

Nonostante le forti perdite la Kriegsmarine perse buona parte delle sue principali unità da combattimento di superficie i tedeschi furono ben presto in grado di partito del sesso a Vitebsk a compimento l'occupazione del paese e a indurre alla ritirata gli Partito del sesso a Vitebsk entro il 10 giugno [8] [9]. In soli tre giorni i panzer tedeschi formarono profonde teste di ponte a ovest della Mosa, mentre i carri armati del generale Heinz Guderian sbaragliarono le deboli resistenze francesi a Sedan [11].

I tentativi di contrattacco dei britannici ad Arras il 21 maggio, a nord del corridoio tedesco, e dei francesi sulla Somme a sud fallirono. Le colonne corazzate tedesche giunte fino al mare partito del sesso a Vitebsk progredito lungo la costa verso nord in direzione di BoulogneCalais e Dunkerque, ma il 24 maggio per ordine di Hitler, ma con l'approvazione di von Rundstedt e von Kluge, venne imposto di fermare l'avanzata dei panzer arrivati ormai al limite della capacità logistica e bisognosi partito del sesso a Vitebsk riparazioni, e di proseguire solo con la fanteria partito del sesso a Vitebsk l'aviazione per l'eliminazione della sacca di Dunkerque.

La decisione di Hitler rifletteva anche la volontà dello stato maggiore tedesco di risparmiare le sue forze migliori in vista delle future campagne, lasciando alla Luftwaffe il compito di impedire l'evacuazione [13]. Dal 26 maggio al 4 giugno le forze anglo-francesi riuscirono in gran parte a trarsi in salvo da Dunkerque operazione Dynamo grazie all'abnegazione della flotta, bersagliata dalla Luftwaffe, alla resistenza dei reparti di retroguardia e all'efficace intervento della RAF, i cui aerei giungevano dalle partito del sesso a Vitebsk basi partito del sesso a Vitebsk Inghilterra.

Il 24 giugno Francia e Italia siglarono a loro volta un secondo armistiziodai termini più miti: fu imposta la smilitarizzazione del confine franco-italiano e all'Italia vennero ceduti i pochi lembi di territorio conquistati in giugno.

A partire dal 10 luglio la Luftwaffe diede inizio a una serie di incursioni diurne e notturne contro le basi aeree della Royal Air Force, nonché contro le difese costiere, i porti e le industrie di aerei e armamenti del Regno Unito.

La campagna, passata alla storia con il nome di " battaglia d'Inghilterra ", vide un'intensa serie di scontri aerei tra la Luftwaffe e la RAF; ottimamente supportati da una rete di stazioni radar allestita lungo la costa, i britannici riuscirono a infliggere perdite sempre più insostenibili ai tedeschi finché, il 31 ottobrelo stesso Hitler decise di rinviare l'invasione a tempo indeterminato.

La Regia Marina italiana ebbe partito del sesso a Vitebsk compito principale quello di contrastare la presenza navale britannica nel Mediterraneo, rappresentata dalla Force H di base a Gibilterra e dalla Mediterranean Fleet dislocata ad Alessandria d'Egitto ; tanto i britannici che gli italiani concepivano il conflitto navale come ricerca e conduzione di una battaglia decisiva tra i nuclei centrali delle due flotte, ma rimasero ben presto delusi: il primo di questi scontri, la battaglia di Punta Stilo il 9 lugliofu un'azione fugace e assolutamente non risolutiva anche per la prudenza dei rispettivi comandanti, che non volevano rischiare perdite catastrofiche.

Le colonie italiane in Africa furono partito del sesso a Vitebsk presto teatro di ampi scontri. La vasta colonia dell' Africa Orientale Italiana aveva un destino segnato: praticamente isolata dalla madrepatria fin dal giorno dell'entrata in guerra e circondata da territori in mano ai britannici, il massimo che poteva ottenere era di prolungare il più possibile la resistenza.

Dopo limitate operazioni offensive, che portarono all'occupazione della piccola colonia della Somalia britannicagli italiani dovettero subire gli attacchi concentrici delle forze alleate britannici, indiani, sudafricani e guerriglieri etiopi : sconfitti nella battaglia di Cheren tra febbraio e marzogli italiani dovettero abbandonare in mano al nemico Addis Abeba il 6 aprile.

L'ultima piazzaforte italiana a cadere fu Gondardopo una strenua difesail 27 novembre [22]. Altre zone dell'Africa videro operazioni su più piccola scala. De Gaulle era desideroso di portare le vaste colonie africane del suo paese sotto le bandiere della Francia Libera, ma un tentativo di sbarcare reparti "gollisti" a Dakar il settembre con l'appoggio della flotta britannica fu respinto con la forza dalle truppe fedeli al governo di Vichy in una serie di scontri fratricidi tra francesi.

I francesi liberi ebbero più fortuna in novembre, quando con una breve campagna si assicurarono il controllo delle colonie dell' Africa Equatoriale Francese. L'iniziativa nasceva principalmente dalle esigenze di prestigio del Duce, ossia ottenere un successo militare da contrapporre ai trionfi di Hitler. I britannici intervennero a favore dei greci dispiegando sul suolo ellenico reparti della RAF.

Il 6 aprile le forze dell'Asse lanciarono l'invasione della Jugoslavia: mentre la Luftwaffe si accaniva in un violento bombardamento su Belgradopartito del sesso a Vitebsk di truppe e carri tedeschi si riversarono oltre la frontiera partendo dalle loro basi in Bulgaria, in Romania e in Austria seguite da forze italiane dalla Venezia-Giulia e dall'Albania e da unità ungheresi nella Voivodina. L'esercito jugoslavo schierava circa un milione di uomini, ma era scarsamente equipaggiato di armamenti moderni e doveva coprire l'intera estensione delle frontiere nazionali; contrasti etnici tra croati e serbi minarono la coesione interna dei reparti jugoslavi, che furono rapidamente debellati in un nuovo sfoggio delle dottrine della Blitzkrieg : Partito del sesso a Vitebsk fu occupata il 12 aprile e i comandi jugoslavi firmarono la partito del sesso a Vitebsk il 17 aprile.

L'intera campagna jugoslava era costata ai tedeschi appena caduti [24]. Contemporaneamente all'attacco alla Jugoslavia, truppe tedesche diedero il via all'invasione della Grecia partendo dalla Bulgaria. Un corpo di spedizione britannico sotto il generale Henry Maitland Wilsontratto dalle forze di Wavell in Cirenaica, fu inviato a sostegno dei reparti greci del generale Alexandros Papagosma poté fare poco per arrestare la marcia dei panzer tedeschi appoggiati dalla Luftwaffe: lo schieramento anglo-greco fu aggirato dai tedeschi passando per la Macedonia e, mentre i britannici avviavano l'evacuazione dei loro reparti dai porti del Peloponnesoil 27 aprile Atene cadde in mano agli invasori.

Nonostante la perdita di tempo causata dalla campagna balcanica, l'esercito tedesco era ora al massimo della sua efficienza e pronto al grande attacco contro l'Unione Sovietica [25]. Già partito del sesso a Vitebsk partire dal giugno un movimento insurrezionale in Jugoslavia mise subito in difficoltà gli occupanti; i tedeschi dopo la vittoria avevano lasciato solo poche forze in Serbia e contavano soprattutto nella collaborazione del neo-costituito Stato Indipendente di Croazia e di formazioni locali di filo-nazisti, mentre il grosso delle truppe occupanti era fornito dagli italiani.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale nel settembregli Stati Uniti d'America avevano adottato una posizione di rigida neutralità: benché il presidente Franklin Delano Roosevelt avesse più volte espresso preoccupazione per l'aggressivo espansionismo adottato da Germania e Giappone, il paese era pervaso da un forte sentimento di isolazionismo e pertanto, nel corso degli anniil Congresso aveva approvato una serie partito del sesso a Vitebsk " atti di neutralità " che vietavano formalmente agli Stati Uniti qualsiasi coinvolgimento in guerre straniere.

La collaborazione tra Regno Unito e Stati Uniti fu poi suggellata il 14 agosto dalla stipula della Carta Atlanticapartito del sesso a Vitebsk corso del primo incontro personale tra Roosevelt e Churchill nelle partito del sesso a Vitebsk di Terranova.

I rifornimenti giungevano nel Regno Unito non senza contrasto. Furono tuttavia fin da subito gli U-Boot affiancati da un piccolo contingente di sommergibili della Regia Marina italiana a rappresentare la minaccia più grande per i convogli: tra il settembre e il luglio i sommergibili tedeschi colarono a picco mercantili, pari a più di 4 milioni di tonnellate di stazza lorda [28]. Dopo il travolgente successo dell'operazione Compass, all'inizio del il fronte libico si era stabilizzato all'altezza di El-Agheilaal confine tra Tripolitania e Cirenaica: benché le forze italiane fossero ridotte a mal partito, i britannici della Western Desert Force dal settembre divenuta Eighth Army non erano in grado di proseguire l'avanzata verso Tripoli a causa di difficoltà logistiche e della necessità di distaccare un ampio contingente di truppe da inviare in Grecia.

Di questa pausa dell'avanzata britannica ne approfittarono le forze dell'Asse: dopo aver ottenuto l'assenso di un riluttante Mussolini, nel febbraio un contingente di truppe meccanizzate tedesche Deutsches Afrikakorps fu inviato ad appoggiare i reparti italiani in Libia, ponendo di fatto fine a qualunque pretesa da parte dell'Italia di condurre una partito del sesso a Vitebsk parallela" a quella della Germania [29]. Al comando del generale Erwin Rommelle forze italo-tedesche ottennero subito grossi risultati: un'improvvisa offensiva di Rommel in marzo colse impreparati i britannici, costretti a sgombrare in fretta e furia la Cirenaica e a ripiegare oltre la frontiera con l'Egitto; solo lo strategico porto di Tobruchtenuto da un'ostinata guarnigione di truppe australianerimase in mano agli Alleati, finendo subito assediato dagli italo-tedeschi.

Dopo questo insuccesso, le corazzate italiane attuarono una rigida strategia di flotta in potenzauscendo molto raramente dai porti e non rivestendo più un ruolo importante negli scontri [31]. Alla fine di agosto, infine, truppe britanniche e sovietiche occuparono l'Iran onde trasformare il paese in una rotta di rifornimento verso l'URSS, invasa dai tedeschi due mesi prima [33].

L'Unione Sovietica era nel frattempo impegnata in una frenetica corsa contro il tempo per ricostruire e riorganizzare le sue forze militari, modernizzando i suoi armamenti e le sue tattiche; prevedendo lo scoppio della guerra per ilStalin contava di riuscire a completare i suoi preparativi e di poter trattenere Hitler con concessioni economiche o diplomatiche, considerando inoltre insensato un attacco tedesco a est partito del sesso a Vitebsk i britannici ancora in armi a ovest [35].

Stalin, nonostante i numerosi avvertimenti diplomatici e di intelligence ricevuti, fu colto di sorpresa, avendo fino all'ultimo interpretato i segni di un attacco tedesco come semplici pressioni intimidatorie di Hitler per costringerlo a trattare da posizioni di debolezza. Oltre 3 milioni di soldati tedeschi con 3. A metà luglio lo schieramento iniziale sovietico era stato praticamente distrutto dall'attacco tedesco, con oltre un milione di prigionieri presi nel solo primo mese di guerra [38].

Superata Minsk, i tedeschi procedettero rapidamente sulla strada per Mosca accerchiando il secondo scaglione sovietico nel corso della battaglia di Smolensk a metà luglio. Nel frattempo, completata l'occupazione dei paesi baltici e in congiunzione con l'avanzata finlandese in Careliai tedeschi mossero su Leningrado raggiungendo il lago Ladoga l'8 settembre; la grande città fu tagliata fuori e posta sotto assediocon i tedeschi che puntavano a farla cadere per fame [39].

In Ucraina la resistenza sovietica in difesa di Kiev e della linea del fiume Dnepr fu invece più dura, rallentando l'avanzata tedesca; sorsero ben presto contrasti in seno all'alto comando tedesco su quale dovesse essere l'obiettivo della campagna, mai del tutto definito: il capo di stato maggiore dell'esercito, generale Franz Halderpremeva per lanciare i panzer alla volta di Mosca, ma Hitler ritenne più importante annientare sul campo la forza da combattimento dell' Armata Rossa [40].

Forze tedesche si diressero quindi alla volta della penisola di Crimeadi Char'kov e di Rostov sul Doncompletando l'occupazione dell'intera Ucraina [42]. Riportati i gruppi corazzati in appoggio al Gruppo d'armate Centro, il 30 settembre i tedeschi sferrarono quindi la loro grande offensiva per prendere Mosca operazione Tifone : i corazzati penetrarono subito le cinture difensive sovietiche, malamente schierate e organizzate, e progredirono con grande velocità chiudendo altre due grandi sacche a Brjansk e Vjaz'ma il 7 ottobre [41].

L'operazione Barbarossa si concluse quindi alla fine dell'anno con un fallimento: l'Unione Sovietica, nonostante la perdita di 4,3 milioni di uomini [38]non era crollata ed era invece passata al contrattacco. Lo scoppio della guerra nel settembre aveva spiazzato il Giappone. Nel luglio il primo ministro Mitsumasa Yonaicontrario all'alleanza con i tedeschi, fu costretto alle dimissioni e sostituito con il nazionalista moderato Fumimaro Konoesolidale con i piani degli alti comandi militari per un'espansione verso il Sud-est asiatico e la costituzione di una " Sfera di co-prosperità della Grande Asia orientale ", composta da paesi assoggettati al Giappone.

Navy con 18 nuove portaerei e 11 nuove navi da partito del sesso a Vitebsk benché il completamento di questo programma non fosse previsto prima della sua realizzazione intaccava la relativa superiorità navale giapponese nel Pacifico obbligando Tokyo ad attuare il prima possibile i suoi piani di espansione [47]. Dopo negoziati con il governo di Vichy e alcuni scontri di frontiera, tra il 24 e il 26 settembre le truppe giapponesi ottennero il permesso dalle autorità francesi di stabilire una guarnigione ad Haiphong e di costruire basi militari nella regione del Tonchino nel nord dell'Indocina.

Una successiva guerra franco-thailandese ottobre - maggio per il possesso delle regioni occidentali della Cambogia si concluse favorevolmente per i thailandesi grazie alla mediazione dei giapponesi, i quali il 29 luglio completarono la loro occupazione di fatto dell'Indocina ottenendo da Vichy la cessione della base navale della baia di Cam Ranhdegli aeroporti intorno a Saigon e delle eccedenze di materie prime prodotte dalla regione; le autorità coloniali francesi furono mantenute, ma erano di fatto state private dei loro poteri reali [48] [49].

Dopo il lancio dell'operazione Barbarossa nel giugnoche ormai escludeva qualunque possibilità di un intervento sovietico in Asia, il governo giapponese prese la decisione finale di condurre la sua guerra di espansione nel Sud-est asiatico [50] [51]. Mentre trattative ormai inutili continuavano tra Tokyo e Washington, lo stato maggiore partito del sesso a Vitebsk stese i suoi piani definitivi per una guerra contro gli Stati Uniti nel Pacifico.

L'attacco venne sferrato la mattina del 7 dicembre e ottenne un grande successo: anche se le portaerei statunitensi evitarono qualunque danno perché lontane da Pearl Harbor, tutte e otto le navi da battaglia della United States Pacific Fleet furono colpite e neutralizzate. Immediata fu la risposta degli Stati Uniti, che il giorno dopo dichiararono guerra al Giappone imitati subito dal Regno Unito e dalle nazioni partito del sesso a Vitebsk [53] ; il quadro fu completato, l'11 dicembre, dalla dichiarazione di guerra agli Stati Uniti da parte di Germania e Italia.

L'attacco giapponese a Pearl Harbor fu immediatamente seguito da un'impressionante serie di offensive simultanee contro i possedimenti statunitensi ed europei nell'Asia orientale. Un pesante attacco aereo nipponico l'8 dicembre distrusse al suolo gran parte delle forze aeree statunitensi dislocate a protezione delle Filippinee fu seguito dallo sbarco dei reparti giapponesi su Luzon il 22 dicembre; le forze statunitensi nell'arcipelago, al comando del generale Douglas MacArthurdovettero abbandonare Manila in mano al nemico il 2 gennaio e ripiegare sulla piazzaforte di Bataandove rimasero assediate.

Nel frattempo, il 20 gennaio truppe giapponesi provenienti dalla Thailandia avevano dato il via all'invasione della Birmania, mossa strategica per assicurare la difesa delle recenti conquiste nel sud-est asiatico e interrompere i rifornimenti bellici ai cinesi: nonostante l'aiuto di un corpo di partito del sesso a Vitebsk cinese arrivato dallo Yunnani britannici dovettero abbandonare Rangoon l'8 marzo e ritirarsi alla volta dell'India, lasciando virtualmente l'intera Birmania in mano ai giapponesi entro il maggio seguente [56].

L'offensiva giapponese stava ormai arrivando a lambire l'Australia: il 23 gennaio truppe nipponiche occuparono Rabaul nell'isola della Nuova Britanniasubito partito del sesso a Vitebsk in un'importante base navale e area per prolungare l'azione verso il Mar dei Coralli. Il rifornimento stesso dell'isola da parte della Royal Navy stava diventando sempre più proibitivo: i grandi scontri aeronavali della battaglia di mezzo giugno e della battaglia di mezzo agosto videro i convogli britannici subire forti perdite da parte dei mezzi dell'Asse, e solo pochi rifornimenti riuscirono a essere sbarcati a Malta.

Gli italo-tedeschi avevano inoltre formulato un esteso piano per conquistare l'isola operazione C3 tramite sbarchi anfibi e lanci di paracadutisti: alla fine, tuttavia, l'operazione fu annullata perché troppo rischiosa, preferendo dirottare tutte le risorse sul fronte libico puntando alla conquista del canale di Suez [57]. Gli italo-tedeschi proseguirono l'avanzata inseguendo la Eighth Army britannica all'interno dell'Egitto, cogliendo una nuova vittoria nella battaglia di Marsa Matruh alla fine di giugno e spingendosi quindi fino alla località di El Alamein che, stretta a nord dal mare e a sud dall'intransitabile depressione di Qattaracostituiva l'ultimo ostacolo geografico prima de Il Cairo.

Nel corso di luglio la prima battaglia di El Alamein vide una battuta d'arresto delle forze dell'Asse, stremate per la lunga avanzata e lontanissime dai loro depositi di rifornimento. Nonostante l'opposizione di alcuni generali [62]favorevoli a un nuovo attacco diretto su Mosca o addirittura a un mantenimento della linea difensiva, Hitler impose la progettazione di una nuova offensiva concentrata nel solo settore meridionale dell'immenso fronte orientale, allo scopo di schiacciare le residue forze sovietiche e di conquistare quegli obiettivi strategico-economici, cioè il bacino del Donbass partito del sesso a Vitebsk, la regione del Volgai campi petroliferi del Caucaso e di grano del Kuban'ritenuti essenziali per partito del sesso a Vitebsk una guerra di lunga durata contro le potenze occidentali.

Dopo alcune rilevanti vittorie preliminari, come la conquista di Sebastopoli e la seconda battaglia di Char'kovebbe inizio la spinta decisiva in direzione del fiume Dondel Volga e contemporaneamente del Caucaso.

Hitler, convinto che ormai il crollo sovietico fosse imminente, impose di accelerare i tempi lanciando un'avanzata contemporanea sia verso il Volga e il grande centro industriale di Stalingradosia verso il Caucaso e i pozzi di petrolio di Groznyj e Baku [63]. Nel gennaio Churchill e Roosevelt si incontrarono a Washington nel corso della cosiddetta " conferenza Arcadia ".

Non per questo gli Alleati occidentali rinunciarono ad adottare misure di appoggio bellico ai sovietici: furono incrementati i bombardamenti aerei sulle città della Germania da parte del Bomber Command britannico e della neo-costituita Eighth Air Force statunitense, per scuotere il morale dei civili tedeschi e distruggere l'industria bellica del Reich, e furono organizzate piccole operazioni periferiche e incursioni da parte di contingenti di forze scelte come i British Commandos per tenere in uno stato di continua tensione partito del sesso a Vitebsk reparti tedeschi schierati a difesa dell'Europa occupata [66].

La più grande di queste incursioni fu il raid su Dieppe del 19 agosto reparti anglo-canadesi comprendenti varie migliaia di uomini con carri armati e forze aeree puntarono a occupare il porto di Dieppe in Francia, tenerlo per 48 ore e poi ritirarsi partito del sesso a Vitebsk aver provveduto a demolire le installazioni strategiche; l'azione era anche un grande test per la progettata invasione anfibia oltre la Manica.

L'aiuto più gradito allo sforzo bellico sovietico furono tuttavia gli imponenti quantitativi di materiali ceduti per effetto del Lend-Lease e convogliati in URSS: a parte i rifornimenti propriamente militari tra cui più di Questi materiali affluirono in Unione Sovietica attraverso tre vie: tramite il porto di Vladivostock nel Pacifico, che partito del sesso a Vitebsk, per via dell'ostilità giapponese, poteva essere usato solo dai mercantili sovietici e solo per il materiale non militare; attraverso l'Iran occupato partito del sesso a Vitebsk anglo-sovietici il " corridoio persiano " ; e tramite convogli navali salpati dal Regno Unito e diretti al porto di Murmansk via Mar Glaciale Artico i cosiddetti " convogli artici ".

Quest'ultima rotta era la più veloce, ma anche la più esposta alle azioni offensive tedesche a partire dalla Norvegia occupata: gli scontri aeronavali nella zona dell'Artico furono molto sanguinosi e proseguirono fino agli ultimi giorni di guerra [68]. Tra il marzo e l'aprile la flotta da battaglia giapponese condusse un'imponente incursione navale nell'oceano Indiano : i porti di Colombo e Trincomalee furono bombardati, il traffico mercantile nel Golfo del Bengala venne sconvolto e la Eastern Fleet britannica dovette fuggire in direzione dell'Africa orientale dopo aver perso una portaerei e due incrociatori [69].