Punte del sesso su come non finire

Lezioni di sesso - 3 posizioni del sesso per una penetrazione più profonda

Come un uomo colpito in primo letto

Foto via Instagram. Le statistiche del di Pornhub che la vedono tra le cinque pornostar più cercate punte del sesso su come non finire italiani lo testimoniano: la leggenda di Sasha Grey non tramonta.

E a quasi dieci anni dal momento del ritiro—l'annuncio ufficiale è stato dato nelma l'ultima scena girata risale al —e con soli tre anni di attività, si tratta di una notizia peculiare.

Specie se la cosa non riguarda solo l'Italia— Sasha Grey è ai primi posti della classifica anche in altri paesi, come la Russia, punte del sesso su come non finire, e la Bielorussia—e soprattutto se si considera che il porno è un settore in cui le performer si avvicendano a ritmo quasi industriale: la durata media della carriera di una pornostar è tre annie va costantemente calando negli anni Settanta la media era di nove anni. Gli unici performer attivi all'epoca in cui Sasha Grey dominava il mercato e che ancora oggi resistono nell'immaginario fanno tuttora parte del giro— Rocco SiffrediLisa Ann, Tori Black, Jenna Jameson—mentre le altre grandi "scoperte" dell'epoca che si sono ritirate, vedi ad esempio Faye Reagan, sono completamente scomparse dalle classifiche.

Oltre a questo c'è un altro fattore interessante, che ha a che fare con le caratteristiche fisiche di Sasha Grey: non possedeva nessuno degli standard punte del sesso su come non finire hanno reso celebri altre pornostar. Ha un seno piccolo, è esile, e i tratti del suo viso non richiamano quell'ammicco lascivo e smaccatamente sessuale tipico di una star del porno.

I motivi potrebbero essere due. Partiamo dal primo: Sasha Grey aveva un piano preciso per entrare nell'industria pornografica. Nata da una famiglia modesta il 14 marzo nella contea di Sacramento—il suo vero nome è Marina Ann Hantzis—Sasha Grey fin dall'adolescenza ha visto il porno non solo come una passione, ma anche come un business capace di generare rapidamente redditoe ha fatto di tutto per entrare a farne parte. Il che di per sé non ha niente di speciale: è comprensibile che molte performer finiscano o rimangano nel porno anche per il denaro facile.

Ma è proprio il "metodo cosciente" che differenzia Sasha Grey: non è stata spinta da una situazione causale, non è stata notata da nessuno, non ci è capitata "malgrado qualcosa". Prima ancora di compiere 18 anni aveva già capito quali dovevano essere i passi da fare per entrare nel giro. Non erano due nomi casuali di note pornostar: nel Siffredi e Belladonna rappresentavano, insieme a Nacho Vidal, le punte di diamante del porno hardcore. Due fenomeni del sesso estremo—anche se non propriamente o classicamente sadomaso, o perverso—completo di doppie penetrazioni, umiliazioni, dirty talking, sputi etc.

Era insomma quello il posizionamento che Grey aveva studiato per se stessa all'interno del porno: una outsider un po' indie e acculturata, ma con una smodata passione per il sesso violento. Se andate a rivedere il video, noterete che lo stesso Siffredi rimase spiazzato per qualche secondo. Almeno prima di acconsentire felicemente.

Era un'improvvisazione piuttosto singolare per una ragazza alla prima esperienza che si trovava catapultata in mezzo a professionisti navigati, ma la scena ottenne il suo effetto. Oltre alla costruzione del suo personaggio, poi, Sasha Grey poteva contare su una presenza scenica piuttosto forte, che in poco tempo l'aveva messa in risalto come una delle migliori attrici del settore.

Aveva la capacità di sembrare autentica durante le scene, non si prestava soltanto a umiliazioni e penetrazioni brutali: in ogni singolo fotogramma non risultava mai passiva, era sempre al centro della scena, e nonostante il suo fosse un ruolo di sottomissione dava sempre l'impressione di comandare l'atto sessuale. Era irridente, spesso cinica nei dialoghi, ma il fatto che poi si facesse sputare in bocca non risultava poco credibile.

Aveva poi una serie di talenti tecnici che non è punte del sesso su come non finire caso di vedere nel dettaglio, dato che per lei parlano gli AVN vinti. Mentre si metteva in evidenza come una delle perfomer più incisive, continuava a far crescere il suo personaggio. Ed è proprio questo il secondo punto che le ha consentito di resistere al tempo e diventare un'icona: è stata la prima "pornostar-non-solo-pornostar" che io ricordi.

Un personaggio interessante e fico non soltanto per gli appassionati di porno: intervistata da riviste underground su temi filosofici e culturali, e fotografata per la sua coolness. Una pornostar che poteva finire nelle pubblicità di un noto brand non solo per provocazione, ma perché ormai era già un personaggio, un'icona.

È stata la prima, forse, a far capire che il porno non è un ambiente frequentato esclusivamente da tizi e tizie superficiali con tette e piselli enormi. E lo dimostra il fatto che è stata una delle rarissime pornoattrici a ottenere successo anche in altri ambiti: una volta punte del sesso su come non finire con il porno ha girato diversi film "normali"scritto librie iniziato una carriera come DJ.

In questo senso il suo personaggio ricorda un po' quello di Valentina Nappi —che allo stesso modo punte del sesso su come non finire di entrare nel porno fin dall'adolescenza, e allo stesso modo si pone in modo "intellettualmente alternativo" rispetto ai canoni del porno. Ma fra le due esiste una differenza sostanziale. Nappi voleva entrare nel porno per passione e "vocazione", al di là del mercato, mentre Grey il mercato lo teneva bene a mente, e sapeva come sfruttarlo per avere successo.