Se non cè sangue al momento del primo sesso

Takagi & Ketra - L'esercito del selfie ft. Lorenzo Fragola, Arisa

Posa sesso per 25 settimane

Più che un luogo comune, quella del sangue che deve fioccare dalla vagina della consorte appena sposata ed iniziata al sesso, è saggezza popolare. I tipi di imene sono: anulare diaframma foratoa falce, a falce rudimentale, labiato, imperforato, cribriforme con molti piccoli foria carena, a pendaglio. Immagine Wikipedia. Questo "insignificante" pezzo di membrana, come lo chiama l'articolista, per un uomo è molto, ma molto più significativo di quanto non sembri.

Chi scrive è un uomo che ha avuto una sola donna, mentre la mia lei era già stata deflorata da un altro: figli splendidi, il matrimonio va avanti lo stesso, ma…. Dài donne, sbizzarritive: primitivo, maschilista, talebano, coraggio ne ho sentite tante! Eppure leggendo su internet ho scoperto che tanti uomini nella mia stessa situazione vivono questa sensazione. E allora chi è l'ipocrita? Sono io che ho il coraggio di scrivere queste righe, o è la società di oggi, che dietro la scusa "parità dei sessi" cerca di negare un istinto che appartiene al genere maschile?

Io, se fossi la tua donna, mi sentirei una puttana. Penso dovresti concentrarti sull'amore che prova tua moglie per te ogni giorno, piuttosto che soffermarti su. Forse non sei il primo, ma lei ha scelto te, o l'hai minacciata per farla stare con te? E' tanto diverso essere stati preceduti nel letto da un altro dal fatto e probabilmente certezza che la tua lei abbia amato un altro prima di te?

Inoltre perchè l'hai sposata? Perchè credevi di non trovarne una vergine o perchè lei è semplicemente eccezionale ma ha commesso un solo "ERRORE" di gioventù? Se il suo errore è quello di amare e concedersi con trasporto, allora potrebbe averne fatto un altro sposandoti. Se non lo hai già fatto mi permetto di darti un consiglio: Guardala negli occhi con aria seriosa e chiedile se sei tu l'amore più grande della sua vita.

E' normale farsi prendere dai dubbi ma goditela fin infondo, goditela perchè non starà per sempre al tuo fianco. Ora posso chiederti se ne hai mai parlato con lei e cosa ti ha raccontato del suo passato e di questa storia? Spero continuerai a chiacchierare.

Io penso che si possano "pareggiare i conti" anche successivamente…. L'esclusiva d'amore dell'Anonimo del 22 Febbraio alla moglie, per giunta non ricambiato, non è stato un dono trascurabile, considerarlo innecessario, infondato o peggio falsamente morale significherebbe insultarlo; e se questa esclusiva non è ambivalente, è meglio annullarla presto, prima che faccia ulteriori danni; sarebbe idealmente da eliminare prima, ma se tardi.

Certo, le femministe sono cattive, non un uomo che va a farsi una donna solo per dare una "lezione" alla compagna ""colpevole"" di un """reato""" quale la promiscuità.

Che cosa disdicevole, come ha potuto?! Non pensino male i lettori, sono una donna, non prendo le sue difese per ragioni di solidarietà tra elementi dello stesso sesso! Piuttosto, Benny, ma tua moglie l'ha saputo di cosa hai fatto? Ti ha perdonato, nel caso l'avesse scoperto?

E sei sicuro che tu non abbia più commesso quanto detto, se non cè sangue al momento del primo sesso appena hai 'pareggiato i conti' come hai scritto?! Rispondi, per favore. Si sente male perché la moglie è stata "usata" da un altro.

A casa mia questo lo chiamiamo maschilismo, che sia violento o meno non ha molta importanza. Cioè quando l'hai sposata già non sapevi che non era vergine. E che colpa aveva lei se da ragazza pensava che quel corpo sarebbe stato per sempre. Il sesso sembra una cosa banale e naturale se si guardano gli animali. Un forte legame che ti rende ossessivamente geloso. Un altra cosa. Lei ha sposato te pur avendo già provato qualcos'altro.

Questo non vuol dire che sei migliore? Non tradire tua moglie perchè visto che hai due figli ti lascerebbe in mutande e ti rovineresti la vita. O per lo meno deve essere avvertito della verità sin dall'inizio, non essere al corrente di quanto accaduto a nozze fatte, come è successo a me. Non è maschilismo, infatti penso che questo debba esser valido anche per gli uomini; d'altronde è chiaro come l'aria il fatto che chi sbaglia deve pagare.

Il perdono che resta, poi, è un'altra cosa, ed un suo eccesso nuocerebbe a chi di errori non ne ha commessi. Allora se pensi davvero di non aver fatto nulla di male, perché non sei onesto, e non spieghi a tua moglie le tue ragioni!

Se ci credi davvero, perché non fai l'uomo e non gli dici la verità! Non nasconderti dietro la scusa "che se non cè sangue al momento del primo sesso servito a capire se amo veramente lei". Un applauso davvero alla tua maturità. Per Anonimo del 23 febbraio ma perchè caz non furmate che si fa prima?! Per Benny: senza parole ma almeno ti firmi…. Dici che non hai mai tradito tua moglie, ma che hai solo pareggiato; per se non cè sangue al momento del primo sesso è tradimento motivato da ripicca, altro che non.

Il resto è menzogna, ma d'altra parte se la tua compagna ti ha nascosto tutto all'inizio, di meglio non si meritava. Per Anonimo del 22 Marzo: quante caXXate per coprire con ipocrisia la banalità che c'è dietro. Ma come fai a dire che 'Lei ha sposato te pur avendo già provato qualcos'altro. Se è vero che i tentativi vanno fatti per trovare la persona giusta, allora anche lui dovrebbe provare, dato che la sua lei è stata la prima e la scusa dei 10 anni di matrimonio non è valida, credimi.

Dopo 6 anni di matrimonio e 2 figli ed un divorzio, ho provato più volte a cercare compagna ed ora l'ho trovata ma non senza difficoltà perchè questa storia del "è importante l'ultimo, il penultimo, il presente, quello che si prova se non cè sangue al momento del primo sesso. Ma come, ma se conta solo l'amore, il bene di adesso, non conta il passato, allora com'è!?!?

Diciamo che dipende dalla bilancia. In più il discorso del passarsi diverse femmine lo puoi fare prima del matrimonio, no dopo. Dopo che senso avrebbe? Ci sono stato malissimo anke se già prima di iniziare il ns rapporto abbiamo apertamente descritto le nostre passate avventure sessuali. Ora lei mi kiede di sposarla, ma io temporeggio perchè nn ho ancora superato quest'ostacolo, mi sento come se mi manca qualcosa, nn vorrei morire senza aver deflorato anch'io una bella vergine.

Cosa chiedi aiuto? Ma ti senti? Allora ciao ciao ragazza che mi ama ma che ha avuto tre storie prima che cosa deplorevole io vado a puttane perché tu non meriti!

Per l'utente anonimo del 2 aprile Hai avuto una situazione del genere?! Ma qui si lamentano uomini che hanno portato all'altare una verginità maschile non corrisposta da quella assente delle proprie compagne perchè già belle navigate ; ma anche tu non eri certo meglioo; insomma, il tuo caso è diverso, che ca. Non era vergine lei, ma neanche te! Di che ti lamenti? Tu certamente non puoi far parte del gruppo dei casti non corrisposti, perchè neanche tu sei un santone.

Scusatemi io nn capisco più nulla ho fatto l'amore con il mio ragazzo e nn mi è uscito sangue,ed era la prima volta che lo facevo. Io e il mio ragazzo ci siamo chiesti come mai nn è uscito sangue?

Questo quindi vuol dire che nn ho l'imene? Ciao grazie mille per la tua risposta,il mio ragazzo è stato molto delicato con me e non me lo aspatavo visto che lui è più grande di me pensavo che avrebbe pensato solo al suo piacere,invece è stato molto se non cè sangue al momento del primo sesso. Non penso di aver rotto l'imene con la masturbazione. Comunque il mio ragazzo è contento e anche io mi sento molto se non cè sangue al momento del primo sesso.

Grazie ciao baci. La verità è che siete arrabbiati con voi stessi perchè durante l'adolescenza eravate poco intraprendenti e spaventati dai vostri brufoli. Bravo Marvellus concordo pienamente con te… Al giorno d'oggi le donne la danno come se niente fosse ma anche per noi uomini ci sono dei principi…. Non posso che condividere le perplessità del marito 'arrabbiato' con moglie non vergine. La mia riflessione è che quando si hanno dubbi a mio avviso legittimi di questo tipo, allora non bisogna sposare una donna già defloreata e con esperienza alle spalle.

Aggiungo inoltre che il fatto che una donna decida di sposare un uomo non indica necessariamente amore. Ho sentito tante donne forse la maggioranza di quelle che conosco dire che il loro grande amore non è il marito ma il primo o il secondo ragazzo. A lui collegano le grandi passioni non certo al marito, voluto per mettere su famiglia e non per vivere situazioni romantiche. Alla fine il quadro che emerge da queste riflessioni è triste. Forse la situazione migliore è quella dei ragazzi che si fidanzano da se non cè sangue al momento del primo sesso ed insieme percorrono la loro se non cè sangue al momento del primo sesso d'amore, senza confronti e paragoni con gli altri che, prima o poi, inevitabilmente emergono con effetti disastrosi.

Una domanda ad Anonimo del 22 febbraio Io si' ogni tanto esce forte : "forse facevi meglio a non dirmi niente". Nn scrivo questo se non cè sangue al momento del primo sesso per difendere le non vergini perke io lo sono.

Ma ad esempio il mio ragazzo nn lo è…. Ma io amo il mio ragazzo e nn lo cambierei cn nessuno perke è bello, dolce, gentile, buono, generoso, leale, fedele e moltissimo altro per cui me ne sbatto se è stato cn altre ragazze.

Lui ormai è innamorato di me e se dovesse finire nn sara certo mai per questo. Anke se sn vergine ho avuto esperienze di altro tipo e a lui nn da fastidio perke fa parte del nostro passato.

Magari altre donne si sn innamorate. Una persona puo avere valori morali sanissimi pur nn essendo piu vergine…le cose nn vanno di pari passo…è un consiglio…poi ognuno la pensa come vuole…il libero arbitrio l'ha dato Dio figuratevi se mi permetterei di toglierlo io!

Spesso i primi rapporti si hanno nell'immaturità, quando si scambia l'infatuazione con l'innamoramento. L'importante è essere sinceri. Sembra una cosa pericolosa, ma alla lunga la sincerità porta solo a vantaggi. Cerca di capire che il valore di una persona non dipende da quante volte ha usato i suoi genitali.

Finchè non risolvi questo tuo problema difficilmente riuscirai ad essere felice in un rapporto e a rendere felice la partner, indipendentemente dalle sue esperienze previe.