Storie della vita del sesso sul lato

FEDEZ PUBBLICA PER SBAGLIO IL SEDERE DI CHIARA FERRAGNI SU INSTAGRAM POI LE CHIEDE SCUSA

Sesso per i ragazzi e sette anni

La prima volta che ho visto Titanic avevo 12 anni e ho deciso che quello sarebbe stato il mio film preferito di sempre. E poi ovviamente, come dimenticare LA scena di sesso tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet ancora oggi, storie della vita del sesso sul lato ci penso, devo fare un respiro profondo e cercare di calmarmi.

Dirty Dancing è un altro di quei film che ho visto e rivisto durante la mia adolescenza e che ha inevitabilmente influenzato la mia concezione di amplesso. Ma chi ha mai ballato un lento sensuale prima di perdere la verginità? Sbatti da tutte le parti, inciampi, fai cadere cose. Altro che carezze sensuali e balli appassionati.

La mia vita reale ci ha messo pochissimo per distruggere in grande stile tutte le aspettative romantiche che mi ero costruita negli anni precedenti, fomentata da questa ostentata teatralizzazione che ti fa pensare che il sesso sia una cosa perfetta, elegante e angelica.

Fast forward dieci anni più tardi e Lady Bird di Greta Gerwig è quasi una visione catartica che stravolge finalmente tutti i miti che il cinema aveva voluto raccontarci fino a quel momento sul sesso. Grande rivelazione: la prima volta non è nulla di speciale. E la scena in cui la protagonista Saoirse Ronan perde la storie della vita del sesso sul lato con Kyle Timothée Chalamet, che dire di lui è abbastanza imbarazzante e impacciata storie della vita del sesso sul lato ricordarci, forse, anche la nostra prima volta.

Perché come dice Kyle, cercando di placare le irreali speranze che lui possa essere il Grande Amore di Lady Bird: "Nella vita farai tanto sesso senza grande significato. Del resto, questo film ribalta lo stereotipo tradizionale secondo cui la prima volta sarebbe un momento rivelatorio e memorabile, grazie soprattutto alla regista Greta Gerwig, che ha saputo rappresentare la prima esperienza col sesso per quella che è nella vita reale: un tentativo impacciato e spesso poco soddisfacente.

Il cinema contemporaneo sta diventando sempre più consapevole e realista quando si tratta di rappresentare le prime esperienze con il sesso. Prendete, per esempio, The Spectacular Now. Sutter Miles Teller e la sua ragazza Aimee Shailene Woodley sono seduti a gambe incrociate sul letto, ridono e si stuzzicano a vicenda per convincersi a spogliarsi.

Sussurrano nervosi e faticano a sfilarsi i pantaloni sotto le coperte. Tutte cose normalissime, ma che al cinema abbiamo visto solo di rado. E come se non bastasse, quando i due decidono che lo "stanno davvero facendo" Aimee si ferma, prende un preservativo e lo passa a Sutter.

Ripercorriamo quella scena: siamo in una casa abbandonata, dove i due innamorati Noah Ryan Gosling e Allie Storie della vita del sesso sul lato McAdams si guardano intensamente negli occhi. Lentamente iniziano a togliersi i vestiti, un capo alla volta, fino a rimanere completamente nudi. Quello che mi colpisce davvero non è solo il silenzio tombale in cui si svolge la scena, ma anche la ritualità formale dei gesti. Sempre con la ragazza tra le braccio dicevamo, tutto molto realista no?

Diario storie della vita del sesso sul lato una teenager di Marielle Heller, invece, è più realistico e credibile nella rappresentazione della vita sessuale della giovane protagonista. Niente sesso su una coperta di lana accanto al camino, grazie al cielo. Monroe non è certo il personaggio che si presta a dimostrazioni di affetto o che è in grado di dimostrare amore in alcun modo.

Si parla di infatuazione, desiderio e immaginazione sessuale femminile spinta. La regista non si lascia intimorire, non nasconde in alcun modo la confusione di quei momenti concitati e soprattutto afferma con chiarezza che anche le ragazze pensano al sesso, tanto quanto i ragazzi.

Ho voglia di scopare, adesso. Questa è una protagonista in cui rispecchiarsi. Ma a differenza di quello che accade in Titanicun rapporto timido e titubante non si trasforma automaticamente in un passionale bagno di sudore. Arnold lascia che le cose accadano naturalmente. Quando è il momento di spogliarsi le facce dei protagonisti si ritrovano schiacciate sui poggiatesta, e questo momento impacciato è ripreso volutamente da molto vicino, mostrato in tutta la sua difficoltà.

È turbolento, affrettato e straordinariamente reale. Ritroviamo una scena simile in La diseducazione di Cameron Post di Desiree Akhavan, in cui due amici si divertono sui sedili posteriori la sera del ballo di fine anno. Piuttosto, sembra piuttosto il racconto di un musicista che impara a suonare uno strumento, solo che in questo caso non parliamo di chitarre o pianoforti, ma di orgasmo e piacere. Perché anche il sesso è una cosa che si impara. Il sesso non è uno scontro diretto ma uno studio in corso, un processo di scoperta, in cui esplorare, tentare, provare piacere.

La storie della vita del sesso sul lato comune di tutti questi film che stanno tentando di scardinare le fondamenta della rappresentazione del sesso sul grande schermo è la prospettiva esclusivamente femminile.

Con molto meno budget e un ego decisamente più ridotto, le registe donne stanno abbattendo lo stereotipo di potenza e superiorità maschile, offrendo una visione decisamente più spontanea e personale. Se da un lato i film della mia adolescenza hanno celebrato il sesso come una grande messa in scena, i film di oggi ne smorzano decisamente i toni, in modo rassicurante e familiare. Ora, grazie alla rappresentazione plausibile che ci offrono Lady Bird e le altre pellicole di cui vi ho parlato, sappiamo che il sesso, quello vero, sta da qualche parte nel mezzo, e storie della vita del sesso sul lato è incredibilmente confortante.

Segui i-D su Instagram e Facebook. Altro film che racconta le cose o meglio, la droga e le malattie mentali in modo diverso dal solito:. Facebook Twitter.