Infezioni a trasmissione sessuale orali

Prof. Fernando Aiuti - Vero e Falso sull'Infezione da HIV-AIDS

Complesso ragazzo su pene piccolo

Una malattia trasmissibile sessualmente nota anche con l' acronimo MTS o infezione sessualmente trasmissibile IST[1] in passato malattia venereanella medicinaindica una malattia infettiva che si trasmette principalmente per contagio diretto in occasione di attività sessualiinclusi i rapporti orali e anali.

Alcune malattie sessualmente infezioni a trasmissione sessuale orali possono causare problemi di sterilità. Più di 30 diversi batterivirusfunghi e parassiti possono causare questo tipo di malattie. Le infezioni batteriche più spesso coinvolte includono, tra le altre, la clamidiala gonorrea e la sifilide. Le malattie sessualmente trasmissibili di tipo virale possono essere, ad esempio, l' herpes genitalel' AIDS e il condiloma acuminatomentre tra i parassiti, tra gli altri, si possono includere la tricomoniasi.

Nonostante solitamente le malattie si trasmettano durante un rapporto sessuale, alcune di queste possono essere trasmesse anche attraverso il contatto con sangue contaminato e tessuti, con l' allattamento al seno o durante il parto. Il modo più efficace per prevenire malattie sessualmente trasmissibili è di astenersi dall'avere rapporti sessuali. Nel è stato stimato che milioni di persone siano state infettate dalla sifilide, dalla gonorrea, dalla clamidia o dalla tricomoniasi.

Le malattie veneree hanno accompagnato tutta la storia dell'uomo, e se ne parla, ad esempio, nelle cronache di epoca romana. Marco Valerio Marziale descrive probabilmente la sifilide definendola "una malattia vergognosa". Queste patologie hanno avuto momenti di recrudescenza con epidemie di sifilide e gonorrea in varie epoche, ad esempio, in Italia, dopo infezioni a trasmissione sessuale oralicon l'invasione di Carlo VIII di Francia.

L'infezione fu probabilmente portata infezioni a trasmissione sessuale orali soldati invasori [11]. Gli spagnoli conquistadores e i portoghesi portarono la sifilide nelle Americhe, ma alcuni autori sostengono la tesi opposta, cioè che furono gli indigeni a contagiare i conquistatori. Le malattie veneree sono state fonte spesso di forte riprovazione sociale, essendo spesso associate a comportamenti considerati immorali.

Questo ha rallentato o limitato le misure adatte per contenere l'infezione isolamento e anche emarginazione del soggetto coinvoltoo il ricorso alla stessa terapiaspesso praticata in clandestinità. La scarsa informazione e la prostituzione hanno poi peggiorato la situazione permettendo una diffusione talvolta epidemica di tali malattie.

Oggi è noto che queste patologie sono in genere causate dalla trasmissione di batterivirusparassiti o funghi che passano da un corpo all'altro attraverso il contatto infezioni a trasmissione sessuale orali pelle o delle mucose genitali o con liquidi organici infetti in alcune malattie anche la saliva. Inoltre si possono trasmettere anche dalla madre al fetodurante la gravidanzao dalla madre al neonato con l' allattamento. Oggi si presta maggiore attenzione all'informazione su queste problematiche ed è più facile dotarsi dei mezzi meccanici di prevenzione ad esempio il profilatticoe si opera per combattere infezioni a trasmissione sessuale orali cause di ostacolo alla prevenzione e alla cura anche in termini di psicologia sull'individuo affettoo di morale generale, nell'intento di abbattere il pregiudizio e avvicinare con maggiore naturalezza il paziente al medico e arginare l'ulteriore espansione della patologia.

Il rischio e la probabilità di trasmissione delle malattie sessualmente trasmissibili sono riassunti, secondo la pratica, in questa tabella: [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25]. La prevenzione è fondamentale per affrontare le malattie sessualmente trasmissibili incurabili come l'HIV e l'herpes.

L'informazione, le normali misure igieniche e la prudenza nel contrarre rapporti di tipo sessuale sono, da soli, un valido aiuto contro la proliferazione di queste patologie. Alcuni metodi contraccettivi, o comunque strumenti a barriera, svolgono anche funzione di difesa in questo caso, in infezioni a trasmissione sessuale orali il profilatticoil profilattico femminile e il dental dammentre gli altri metodi anticoncezionali non proteggono dalle MTS.

Il modo più efficace per prevenire la trasmissione sessuale di malattie sessualmente trasmissibili è quello di evitare il contatto di parti del corpo o con liquidi biologici con un partner infetto.

Se vi è una storia di un possibile rischio, prima di iniziare il contatto sessuale, è necessario sottoporsi a dei test. Molte infezioni a trasmissione sessuale orali non sono rilevabili immediatamente dopo l'esposizione, per cui deve essere aspettato un tempo sufficiente tra le possibili esposizioni e i test perché essi siano precisi. Sono disponibili alcuni vaccini che proteggono da alcune malattie sessualmente trasmissibili virali, come l' epatite Al' infezioni a trasmissione sessuale orali B e alcuni tipi di HPV.

I preservativi e il profilattico femminile forniscono una protezione solo se usati correttamente come una barriera e solo da e verso l'area che copre. Le aree scoperte sono ancora suscettibile di molte malattie sessualmente trasmissibili.

Altre malattie sessualmente trasmissibili, come anche le infezioni virali, possono essere prevenute con l'uso del preservativo in latticein poliuretano o in poliisoprene. Alcuni microrganismi e virus sono abbastanza piccoli da passare attraverso i pori della pelle dei infezioni a trasmissione sessuale orali naturali, ma sono ancora troppo grandi per passare attraverso quelli di lattice o sintetici.

Al fine di proteggere meglio se stessi e il partner da malattie sessualmente trasmissibili, il vecchio infezioni a trasmissione sessuale orali e il suo contenuto devono essere considerati contagioso. Pertanto, il vecchio preservativo deve essere correttamente smaltito. Un nuovo preservativo deve essere utilizzato per ogni atto del rapporto sessuale.

L'utilizzo di più di un preservativo contemporaneamente aumenta la possibilità di rottura, annullando l'efficacia come una barriera. I ricercatori avevano sperato che il nonoxynol-9un microbicida vaginale, sarebbe potuto servire per diminuire il rischio della trasmissione delle malattie veneree. Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Infezioni a trasmissione sessuale orali consultato il 29 ottobre URL consultato il 30 novembre Murray, Ken S. Rosenthal, Michael A. Louis MissouriMosby,p. Goering, Mims' Medical Microbiology. URL consultato il 5 dicembre Morbidity and mortality weekly report infezioni a trasmissione sessuale orali, vol. URL consultato il 15 settembre Tyring, Sexually transmitted infections and sexually transmitted diseasesHeidelbergh, Springer Verlag,p. Rice e W. Schlicht, S. Lovrich, J. Sartin, P. Karpinsky, S.

Callister e W. McIver, N. Rismanto, C. Smith, Z. Naing, B. Rayner, M. Lusk, P. Konecny, P. White e W. URL consultato il 3 luglio Nel corpo umano si possono ritrovare piccole colonie di Ureaplasma urealyticum anche a livello della faringe e del retto. Infections due to species of Mycoplasma and Ureaplasma: an update. URL consultato il 26 luglio archiviato dall' url originale il 14 marzo CD, DOI : Healthy Choices for Fertility Control. ISBN Altri progetti Wikimedia Commons. Portale Medicina : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina.

Categoria : Malattie sessualmente trasmissibili. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra. Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. In altri progetti Wikimedia Commons. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo ; possono applicarsi condizioni ulteriori.

Vedi le infezioni a trasmissione sessuale orali d'uso per i dettagli. Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate.

I contenuti infezioni a trasmissione sessuale orali solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze. Cranach il VecchioVenere e Cupido circa.

Le api che pungono Cupido sono un'allusione alle malattie trasmesse per via sessuale, allora dilaganti. Herpes HPV [14]. Gonorrea alla gola [13] Clamidia alla gola [13]. HPV Vaginosi batterica [13] Gonorrea [13]. Lo stesso argomento in dettaglio: Sesso sicuro.