Lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna

The Gangs That Inherited Pablo Escobar's Drug Empire: Cooking with Cocaine

Guardando gli studenti gentil sesso

LIgiene e la Medicina preventiva si servono dellepidemiologia per individuare le cause di malattia ed i fattori di causa o protettivi. Lepidemiologia la disciplina che studia le malattie e i fenomeni ad esse correlate attraverso losservazione della distribuzione e dellandamento delle malattie stesse nella popolazione, lindividuazione dei fattori di rischio e la programmazione di idonei interventi preventivi e curativi. Dallepidemiologia delle malattie infettive a vere e proprie sub specializzazioni.

Epidemiologia socio-sanitaria che analizza le prestazioni sanitarie erogate definizione, nellambito di questa, di stato di salute ottimale definito dallOMS. Evoluzione dellepidemiologia Ambiti di applicazione: modello delle paesi in via di sviluppo e laltro dei paesi sviluppati.

Queste fonti possono fornire la rappresentazione di una popolazione secondo due modalit: una descrive statisticamente la configurazione in un determinato momento stato della popolazionelaltra mette in luce le principali modificazioni che avvengono in essa nel tempo movimento della popolazione. Censimento rilevazione delle principali caratteristiche di una popolazione, in genere ogni 10 anni. Piramide dellet struttura della popolazione per sesso ed et. Registri anagrafici e notificazioni obbligatorie.

Certificazioni delle cause di morte. Registrazione delle nascite per eventuale assistenza sanitaria di quei bambini che necessitano di particolare cura. Notificazione delle malattie infettive prevenire eventuali epidemie e per adottare adeguate misure preventive. Fonti ospedalieri, scheda di dimissione ospedaliera e registri ospedalieri. Indagini ad hoc: sistemi di rilevazione impiegati su insiemi campioni della popolazione. Maggiore completezza e pertinenza dei dati.

Interviste e questionari. Registri di patologia. Proporzioni o frequenze relative : rapporto tra due quantit, in cui il numeratore incluso nel denominatore. Tassi: si compone di una popolazione a rischio di ammalare; di un intervallo di lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna in cui si effettua la misura; il numero di eventi che si sviluppano allinterno della popolazione scelta.

In genere un tasso viene espresso come numero di eventi per o multipli di Incidenza e prevalenza Criteri che studiano la distribuzione di un evento allinterno della popolazione, che collocano diversamente nel tempo il processo osservazionale.

Tassi grezzi: numeri di eventi verificatisi allinterno di una determinata popolazione. Tassi specifici. Standardizzazione dei tassi: metodologia con la quale si procede allaggiustamento dei tassi grezzi, con la quale possibile pesare le diverse componenti. Valutazione del rischio I fattori di rischio possono essere attribuiti alla persona stessa, o essere elementi a cui la persona esposta che aumentano la probabilit che una malattia o una condizione si verifichino.

Possono comprendere componenti genetiche intrinseche allindividuo ; ambientali inquinamenti di varia natura ; comportamentali errati stili di vita. I fattori di rischio pur aumentando le probabilit che una determinata malattia si verifichi, no ne determina necessariamente lo sviluppo. Inoltre, forniscono indicazioni generali sullassociazione di una malattia con determinate caratteristiche di base dellindividuo. Tra le fonti da cui attingere troviamo: schede di morte, notifiche delle malattie infettive, registri di patologia, registri ospedalieri, censimenti, indagini ad hoc ecc.

Analisi per coorti: riferite ad un gruppo di soggetti nati in un determinato periodo. Epidemiologia analitica: ha lo scopo di individuare la causa di una malattia o i fattori che la favoriscono o la ostacolano. Le indagini analitiche consistono in studi progettati per verificare le ipotesi causali suggerite dallepidemiologia descrittiva. Studi di lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna o trasversali: sono quelli in cui una popolazione definita viene esaminata in un determinato istante al fine di valutare lo stato di malattia o allesposizione ad un particolare fattore di rischio.

In realt si tratta di uno studio descrittivo, ma si differenzia da questo perch non utilizza fonti gi esistenti, ma si ricorre a rilevamenti diretti su un campione della popolazione.

Fotografia istantanea della popolazione difficile indagare sul rapporto temporale causa-effetto. Screening Studi a coorte: si definisce coorte un gruppo di soggetti che hanno in comune una o pi caratteristiche.

Gli studi a coorte osservano dei soggetti appartenenti alla coorte selezionata per un determinato periodo di tempo; esse includono il tempo come variabile essenziale. Lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna coorte va scelta in rapporto allipotesi che si vuole verificare.

Quando si vuole verificare se un determinato fattore sia responsabile dellinsorgenza di una malattia, la coorte sar costituita da tutti i soggetti esposti a quel fattore; fra di essi si rilever la prevalenza allinizio dellindagine e la sua incidenza negli anni. Studi caso-controllo: indagini retrospettive effettuate su due gruppi, uno costituito da soggetti affetti da una determinata patologia i casi ed uno da individui con le stesse caratteristiche ma non affetti da quella patologia i controlli.

Ad ogni caso si appaia un controllo. Confronto quantitativo o qualitativo esposizione o non esposizione a un determinato fattore di rischio. Studi poco costosi perch non bisogna aspettare il verificarsi della malattia. Stima sufficientemente approssimata del rischio relativo. Epidemiologia sperimentale si divide in: 1.

Sperimentazioni di intervento sul campo interventi presi su unintera comunit o su un ben preciso territorio ; sperimentazioni sul lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna interventi condotti su individui non malti, ma semplicemente a rischio di ammalare.

Specifico agente microbico Infezione opportunistica Minore specificit eziologia Ecologia microbica Microrganismi saprofiti Microrganismi commensali Microrganismi parassiti Microrganismi patogeni Patogenicit: capacit del microrganismo di causare un danno allospite Invasivit capacit di penetrare e diffondersi in tutto lorganismo o in un organo preferenziale e tossigenicit capacit di produrre tossine Patogeni invasivi e non invasivi producono o liberano per disfacimento metabolici tossici, esoenzimi, endotossine, responsabili delle lesioni locali e generali.

Virulenza: diverso grado con cui si esprime la patogenicit a seconda dei diversi stipiti microbici. Carica infettante Infettivit: capacit di un microrganismo patogeno di penetrare, attecchire e moltiplicarsi nellospite.

Contagiosit: capacit di un microrganismo patogeno di passare da un soggetto recettivo ad un altro, a seguito della sua eliminazione allesterno nel corso del suo processo infettivo. Malattie infettive contagiose eliminazione allesterno dellagente microbico e non contagiose intervento di vettori.

Patogeni opportunisti: microrganismi saprofiti o commensali che possono essere responsabili di processi infettivi quando vengono meno le normali barriere di difesa che impediscono loro di penetrare nellorganismo in condizioni normali. Spettro dospite -Uomo o animali o entrambi -Ubiquitari o ristrette localizzazioni geografiche Rapporti ospite-parassita Non sempre la penetrazione di un microrganismo patogeno seguita dal suo impianto e dalla sua moltiplicazione nellorganismo ospite. Solo in questultimo caso quando le barriere di difesa dellorganismo non hanno impedito lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna e la moltiplicazione si realizza linfezione.

Infezione asintomatica e malattia sintomatica. Infezione Risposta immunitaria da parte dellorganismo in entrambi i casi Periodo di incubazione PI : periodo intercorrente tra la penetrazione dellagente patogeno e linizio della sintomatologia clinica dipende dal microrganismo patogeno e dalle difese dellospite. PI breve nelle infezioni superficiali e con lesioni localizzate PI pi lungo quando lagente patogeno deve penetrare, moltiplicarsi, diffondersi e raggiungere un organo bersaglio.

Barriere di difesa dellorganismo ospite Cute e mucose struttura, secrezioni, microrganismi commensali Intervento di fagociti Produzione di anticorpi. Stato di immunit attiva naturale o artificiale o passiva naturale o artificiale Refrattariet: dovuta a fattori intrinseci dellospite, geneticamente lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna, che impediscono la penetrazione, lattecchimento e la moltiplicazione del microrganismo patogeno.

Fattori aspecifici Il rapporto ospite-parassita un rapporto temporaneo che si conclude con il sopravvento dellospite sul microrganismo prima che esso penetri subito dopo il contagiooppure dopo che penetrato e si moltiplicato ma prima che abbia causato un danno evidente infezione in apparente o dopo che si manifestata la malattia guarigione.

Nellinfezione latente si arriva ad uno stato di equilibrio tra lospite e il parassita, questultimo persiste nei tessuti dellospite dove si moltiplica ma da segno della sua presenza solo occasionalmente.

Nel portatore cronico la malattia si conclusa con la guarigione, tuttavia il microrganismo patogeno ha potuto localizzarsi in un particolare sito anatomico dove si moltiplica e raggiunge lambiente esterno con gli escreti. Sorgente di infezione: ospite umano o animale di un microrganismo patogeno, quando questultimo pu essere trasmesso ad altri organismi recettivi. Soggetto ammalato.

Leliminazione dellagente patogeno pu avvenire attraverso diversi escreti o secreti, in rapporto alla localizzazione del processo infettivo. Soggetto non ammalato che alberga microrganismi patogeni e li.

Antropozoonosi Zooantroponosi Vie di penetrazione e modalit di trasmissione Mucose dellapparato digerente, dellapparato respiratorio, delle vie genito-urinarie, della congiuntiva. Cute, barriera che pu essere superata con la puntura di alcuni insetti o con la morsicatura di alcuni animali.

Solo le larve di alcuni elminti possono attraversare la cute sana. Modalit di trasmissione dipendono dalle vie di ingresso obbligate o preferenziali del microrganismo patogeno e dalla resistenza che essi hanno nellambiente.

Trasmissione diretta - per contatto - mediante inoculazione - per via aerea in genere questa modalit di trasmissione tipica di microrganismi che vengono inattivati rapidamente nellambiente. Trasmissione indiretta -veicoli: substrati inerti: acqua, aria, alimenti e oggetti -vettori: organismi animati.

Gli antropodi fungono da vettori di lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna, batteri, protozoi che si moltiplicano allinterno del vettore e sono trasmessi gli ospiti recettivi mediante puntura o deposizione delle feci su lesioni della pelle. Vettori obbligati e vettori meccanici o passivi. Catene di contagio -catena di trasmissione omogenea omonima tra individui appartenenti alla stessa specie -catena di trasmissione omogenea eteronima tra individui appartenenti a specie diverse -catena di trasmissione eterogenea lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna tra individui della stessa specie tramite un vettore obbligato - catena di trasmissione eterogenea eteronima tra individui di specie diverse con lintervento di un vettore Conoscere le catene di trasmissione sono importanti per lelaborazione di strategie di intervento Fattori favorenti le infezioni -Fattori individuali: fattori biologici e fattori comportamentali -Fattori ambientali: condizioni socio-economiche, affollamento, scarsit di acqua potabile, cattivo smaltimento di rifiuti.

Pu avere durata variabile e coinvolgere un numero pi o meno elevato di soggetti in relazione alla contagiosit del microrganismo patogeno e alla recettivit dei soggetti. Caso indice, casi secondari e intervallo seriale. Mappa temporale: studio della sequenza nel tempo della malattia. Pandemia Endemia: lagente responsabile della malattia stabilmente presente e circola nella popolazione, manifestandosi con un numero pi o meno elevato di casi ma uniformemente distribuito nella popolazione.

Equilibri tra il microrganismo e la popolazione fattori biologici, fattori sociali, ambientali e metereologici. Sporadicit: si manifesta in una popolazione in cui quella malattia assente da tempo e non si trasmette ad altri individui rimanendo un caso isolato. Notificazione obbligatoria e indagini di laboratorio Storia naturale di una malattia infettiva: insieme delle carattreistiche biologiche lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna microrganismo patogeno, a recettivit dellospite e le caratteristiche della popolazione concorrono a determinare il decorso nel singolo e nella collettivit.

Tossicit acuta, cronica e genetica. Fattori causali: pur non avendo i requisiti delle cause unicit, indispensabilit, specificit, sufficienza hanno un rapporto causa-effetto con la malattia fumo di sigaretta, abuso di bevande alcoliche, ecc. Fattore di rischio: condizioni che aumentano la probabilit che un evento patologico si manifesti. Variabili biologiche, comportamentali ed ambientali. Fattori protettivi. A seconda degli obiettivi e dei lagente patogeno più potente ed efficace gocce per la donna di intervento distinguiamo tre tipi di prevenzione: primaria, secondaria e terziaria.

Prevenzione primaria. Obiettivo della prevenzione primaria impedire linsorgenza di nuovi casi di malattia nelle persone sane. Diminuzione del tasso di incidenza. Per ottenere la diminuzione del tasso di incidenza necessario ridurre il rischio individuale e questo pu essere ridotto completamente a zero se si elimina completamente la causa della malattia o ad impedire che essa agisca sulla popolazione.

In questo caso anche lincidenza tender a zero in tempi pi o meno brevi. Metodologia della prevenzione primaria - eugenetica; - potenziamento delle capacit di difesa dellorganismo; - rimozione di comportamenti nocivi; - induzione di comportamenti positivi; - interventi sullambiente di lavoro e di vita Prevenzione secondaria.

Obiettivo della prevenzione secondaria la scoperta e la guarigione dei casi di malattia prima che essi si manifestino clinicamente. Riduzione del tasso di prevalenza i casi che vengono scoperti e subito sottoposti a cura, giungono rapidamente a guarigione ma non del tasso di incidenza. Non tutte le malattie sono suscettibili di prevenzione secondaria, ma soltanto quelle aventi certi requisiti, come: - conoscenza della storia naturale della malattia per prevederne levoluzione; periodo di latenza in fase asintomatica sufficientemente lungo; disponibilit di un test clinico, strumentale o di laboratorio ; disponibilit di terapie efficaci.

Metodologia della prevenzione secondaria Ogni intervento di prevenzione secondaria richiede lesame di una massa di persone apparentemente sane per effettuare lo screening, cio la selezione di coloro che non presentano ancora i sintomi della malattia. Screening selettivo categoria con rischio di ammalare particolarmente elevato o di massa.