Forte di sangue dopo il sesso anale

Sesso Anale, Istruzioni per l'Uso - Audio-Corso

Sesso senza impegno Stary Oskol

Il sanguinamento anale o rettorragia è la fuoriuscita di sangue dall'ano. Spesso il sanguinamento si associa a stipsi o a periodi di forte di sangue dopo il sesso anale difficile e in altri casi avviene con la diarrea.

In realtà, pur essendo questa una malattia assai frequente, non sempre è la causa dell'emorragia. Vi sono infatti numerose patologie ano-rettali e coliche, tra cui anche quelle neoplastiche, in grado di manifestarsi sotto forma di sanguinamento.

Per questo diventa decisiva la visita medica specialistica per una diagnosi tempestiva, soprattutto nel caso di malattie tumorali. In molti di questi casi, ma non in tutti, sarà poi necessaria una colonscopia. L'incidenza del tumore colo-rettale è meno di un caso su mille nella popolazione generale che presenta sanguinamento anale, circa su mille in quelli che si rivolgono alle cure primarie medico di medicina generale, specialista e circa su mille in quelli che vengono ricoverati in ospedale.

Un eccesso di richieste di endoscopie genererebbe infatti, oltre ad un problema di economia sanitaria, un allarmismo ingiustificato con conseguente ansia da "pericolo-tumore" e un intasamento dei servizi endoscopici che potrebbero rallentare la diagnosi di tumore in chi invece ne ha realmente bisogno.

Quindi è compito dello specialista stabilire in quali pazienti far scattare l'allarme rosso. Quando cioè è probabile l'origine neoplastica del sanguinamento o quando è comunque necessario effettuare un esame endoscopico.

Ma quali parametri possono individuare la categoria di persone maggiormente esposte al rischio neoplastico? La quantità di sangue, benchè possa impressionare il paziente o rendere necessario un ricovero ospedaliero, ha un valore molto relativo nel sospetto tumorale.

In tutti questi casi è raccomandata la colonscopia. Cause più comuni di Sanguinamento Anale. Emorroidi Le emorroidi sono dei cuscinetti vascolari localizzati nel canale anale distinguibili in interne ed esterne. Le emorroidi esterne, situate al terzo inferiore del canale anale, si rendono visibili in caso di trombosi quando appaiono come un noduli bluastri. Le emorroidi interne, invece, sono una frequente causa di sanguinamento anale e raramente danno dolore, tranne nei gradi avanzati.

Ragade anale La caratteristica della ragade è il dolore. Nella maggior parte si localizza al terzo inferiore del canale anale sul lato anteriore o posteriore, o su entrambi. Nelle localizzazioni laterali si deve prendere in considerazione il morbo di Crohn, la tubercolosi, la leucemia, la sifilide, una infezione da HIV o da citomegalovirus, il cancro.

In questi casi una biopsia è d'obbligo. E' possibile che si associ a invaginazione retto-anale e alla formazione di ulcere solitarie del retto. Fistola anale Il sanguinamento non è generalmente il primo segno di una fistola. Quest'ultimo appare come una tumefazione morbida, fluttuante, dolorabile. Proctite Il sintomo d'esordio è spesso il sanguinamento. E' di colore rosso vivo e si associa a muco.

Sono presenti il tenesmo rettale, cioè la continua sensazione di dover defecare, e l'urgenza di evacuare. Se l'infiammazione del retto si propaga al colon si associano coliche addominali, febbre, perdita di peso, anoressia e malessere.

Indispensabile la diagnosi differenziale con le malattie infiammatorie intestinali morbo di Crohn e rettocolite ulcerosa e con alcune forme infettive. Diverticolosi In questi casi il sanguinamento è molto forte di sangue dopo il sesso anale ed è presente una anemizzazione. Spesso il paziente viene ricoverato per accertamenti. Sono forte di sangue dopo il sesso anale i dolori addominali forte di sangue dopo il sesso anale l'emissione di sangue e coaguli commisti alle feci.

L'evento dipende piuttosto dall'ulcerazione della mucosa o del tumore stesso. In conclusionenon ci sono sintomi individuali, segni o test che nei sanguinamenti anali possono indicare con certezza la probabilità o meno di una neoplasia colo-rettale. Pertanto è sempre più attuale il ricorso alla colonscopia come manovra complementare alla visita proctologica con anoscopia. L'indicazione all'esame colonscopico va comunque sempre ponderato, in considerazione delle forte di sangue dopo il sesso anale complicanze perforative e psicologiche che esso potrebbe comportare.

La colonscopia invece viene sempre richiesta per i pazienti il cui sanguinamento anale rende necessario il ricovero ospedaliero. Home Page Dott. Emorroidi forte di sangue dopo il sesso anale Prolasso Stipsi Incontinenza fecale Ascesso e fistola anale Ragade anale Stomie Cisti sacro-coccigea Diverticolosi e diverticolite del colon Condilomatosi anale Disbiosi intestinale Sanguinamento anale.

Cause più comuni di Sanguinamento Anale Emorroidi Le emorroidi sono dei cuscinetti vascolari localizzati nel canale anale distinguibili in interne ed esterne.