Foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale

top ten film seconda guerra mondiale

Porno porno Gang bang

La prima guerra mondiale fu un conflitto mondiale che coinvolse le principali potenze mondiali e molte di quelle minori tra il luglio del e il novembre del Chiamata inizialmente dai contemporanei "guerra europea", con il coinvolgimento successivo delle colonie dell' Impero britannico e di altri paesi extraeuropei tra cui gli Stati Uniti d'America e l' Impero giapponese prese il nome di guerra mondiale o anche Grande Guerra [1] : fu infatti il più grande conflitto armato mai combattuto fino alla seconda guerra mondiale [2].

Il conflitto ebbe inizio il 28 luglio con la dichiarazione di guerra dell' Impero austro-ungarico al Regno di Serbia in seguito all' assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo-Esteavvenuto il 28 giugno a Sarajevo. A causa del gioco di alleanze formatesi negli ultimi decenni del XIX secolola guerra vide schierarsi le maggiori potenze mondiali, e rispettive colonie, in due blocchi contrapposti: da una parte gli Imperi centrali GermaniaImpero austro-ungarico e Impero ottomanodall'altra gli Alleati rappresentati principalmente da FranciaRegno UnitoImpero russo e, dalItalia.

Oltre 70 milioni di foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale furono mobilitati in tutto il mondo 60 milioni solo in Europa di cui oltre 9 milioni non tornarono più a casa; si dovettero registrare anche circa 7 milioni di vittime civili, non solo per i diretti effetti delle operazioni di guerra ma anche per le conseguenti carestie ed epidemie [3].

A mano a mano che procedeva, la guerra raggiunse una scala mondiale con la partecipazione di molte altre nazioni, come BulgariaRomaniaPortogallo e Grecia ; determinante per l'esito finale fu, nell'ingresso in guerra degli Stati Uniti d'America a fianco degli Alleati.

Alcuni dei maggiori imperi esistenti al mondo — tedesco, austro-ungarico, ottomano e russo — si estinsero, generando diversi stati nazionali che ridisegnarono completamente la geografia politica dell'Europa. Per individuare le cause fondamentali del conflitto bisogna risalire innanzitutto al ruolo preponderante della Prussia nella creazione dell' Foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale tedescoalle concezioni politiche di Otto von Bismarckalle tendenze filosofiche prevalenti in Germania e alla sua situazione economica; un insieme di fattori eterogenei che concorsero a trasformare il desiderio della Germania di assicurarsi sbocchi commerciali nel mondo.

A essi andarono collegandosi i problemi etnici interni all' Impero austro-ungarico e alle ambizioni indipendentiste di alcuni popoli che ne facevano parte, il timore che la Russia generava oltre frontiera soprattutto nei tedeschi, la paura che tormentava la Francia fin dal foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale una nuova aggressione che aveva lasciato una forte animosità verso la Germania [5] e infine l'evoluzione diplomatica del Regno Unito da un atteggiamento foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale isolamento a una politica di attiva presenza in Europa [6].

La nuova divisione in blocchi dell'Europa non era una riedizione del vecchio equilibrio di potenza, ma una semplice barriera tra potenze. I diversi paesi si affrettarono ad aumentare i loro armamenti, che nel timore di una deflagrazione improvvisa vennero foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale a completa disposizione dei militari [11].

Il Regno Unito aveva dato il via libera alle pretese della Francia sul Marocco, in cambio del riconoscimento dei propri diritti sull'Egitto, tuttavia questo accordo fra le due principali potenze coloniali violava la convenzione di Madrid delfirmata anche dalla Germania. Altro motivo di attrito fu la " crisi di Agadir ", quando nel giugnofoto di sesso della Seconda Guerra Mondiale indurre la Francia a fare concessioni in Africa, i tedeschi inviarono una cannoniera nel porto di Agadir.

Il 28 giugnogiorno di solenni celebrazioni e festa nazionale serba, l'arciduca erede al trono d'Austria-Ungheria Francesco Ferdinando d'Asburgo-Este e la moglie Sophie Chotek von Chotkowarecatisi a Sarajevo in foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale ufficiale, furono uccisi da alcuni colpi di pistola sparati dal nazionalista diciannovenne serbo Gavrilo Princip : paradossalmente, l'arciduca era forse l'unico austriaco autorevole che fosse comprensivo verso i nazionalisti serbi, perché sognava un impero unito da un legame federativo [17].

L'Italia, insieme al Portogallola Grecia, la Bulgaria, il Regno di Romania e l'Impero ottomano si posero in uno stato di neutralità, attendendo ulteriori sviluppi della situazione. Alla mezzanotte del 4 agosto erano cinque le potenze che ormai erano entrate in guerra Austria-Ungheria, Germania, Russia, Regno Unito e Franciaciascuna convinta di poter battere gli avversari in pochi mesi: era opinione diffusa che la guerra sarebbe finita a Natale, o tuttalpiù a Pasqua del [19].

La strategia tedesca era condizionata dal dover sostenere una guerra su due fronti, ulteriormente aggravata dalle concezioni belliche prettamente aggressive dei francesi che, entro pochi giorni dalla mobilitazione, prevedevano un attacco lungo il comune confine usando tutto il potenziale bellico a disposizione. La duplice dichiarazione di guerra era quindi il necessario primo passo in vista dell'attuazione del piano Schlieffenche prevedeva la sconfitta della Francia con una "guerra lampo" di sole sei settimane prima di rivolgere l'attenzione a est contro i russi [21].

Il generale Helmuth Johann Ludwig von Moltkesuo successore come capo di stato maggiore dell'esercito, decise di accorciare il fronte ed escluse i Paesi Bassi dalla manovra; confidando nella lenta mobilitazione della Russia [22]Moltke foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale di lasciare sul fronte est una forza di dieci divisioni, considerata più che sufficiente a trattenerla fino alla neutralizzazione della Francia, dopo la quale l'esercito tedesco avrebbe potuto rivolgere tutte le forze contro la Russia [23].

Il 2 agosto la Germania invase lo stato neutrale del Lussemburgo mentre il 4 agosto, dopo che un formale ultimatum era stato respinto, i tedeschi invasero il Belgio avanzando a gran velocità; l'azione fu il pretesto per la dichiarazione di guerra britannica alla Germania, anche se il Regno Unito non aveva truppe sul continente europeo e il suo corpo di spedizione British Expeditionary Force o BEF al comando di Sir John French doveva ancora essere radunato, armato e inviato oltre la Manica [23].

Il 20 agosto le truppe tedesche entrarono a Bruxelles. All'estremità meridionale del fronte i francesi, penetrati in Alsazia il 14 agosto e vicini alla città di Mulhousegiunsero a sedici chilometri dal Renoma furono bloccati dai tedeschi e non riuscirono ad andare oltre. Più a nord le truppe francesi, penetrate in Lorenafurono sconfitte a Morhange e iniziarono foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale ritirarsi foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale Nancy ; le truppe tedesche le inseguirono, ma furono poi sanguinosamente arrestate dalle fortificazioni francesi nel corso della battaglia del Gran Couronné [27].

I tedeschi riuscirono comunque a superare la resistenza di French e il 23 iniziarono ad avanzare; quello stesso giorno sia i francesi da Charleroi che i belgi da Namur cedettero alla pressione tedesca e iniziarono a ripiegare. Il 5 settembre i francesi, con l'aiuto del BEF, passarono al contrattacco e bloccarono l'avanzata tedesca a est di Parigi durante la prima battaglia della Marnapassata alla storia nell'immaginario collettivo francese col nome di "miracolo della Marna"; i tedeschi dovettero abbandonare il piano Schlieffen ma riuscirono ad arrestare la spinta offensiva degli anglo-francesi nel corso della successiva prima battaglia dell'Aisne settembre.

Gli scontri iniziali a est erano stati contrassegnati più da rapidi mutamenti di fortuna che da vantaggi decisivi per una delle due parti.

Il comando austro-ungarico aveva impiegato parte delle sue forze nel vano tentativo di mettere fuori combattimento la Serbia e inoltre il suo piano per un'offensiva iniziale diretta a tagliare il saliente rappresentato dalla Polonia era stato paralizzato dal cattivo funzionamento foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale parte tedesca della tenaglia.

Nuove forze provenienti da occidente permisero a Ludendorff, il 15 dicembredi respingere i russi fino alla linea dei fiumi Bzura e Ravka davanti a Varsaviama la diminuzione delle provviste e delle munizioni indusse lo zar a ritirare ulteriormente le truppe sulle linee trincerate lungo i fiumi Nida e Dunajeclasciando ai tedeschi l'estremità della striscia polacca.

Anche a est le ostilità si arenarono su lunghi e saldi sistemi trincerati, tuttavia l'inadeguatezza delle sue industrie non permetteva alla Russia di sostenere lo sforzo bellico allo stesso modo degli anglo-francesi [36]. Benché fosse tecnicamente il luogo dove la guerra aveva preso avvio, il fronte serbo fu relegato ben presto a teatro secondario di un conflitto divenuto ormai mondiale. Con il grosso delle sue forze concentrato in Galizia contro i russi, l'Austria-Ungheria diede avvio all'invasione del territorio serbo il 12 agosto guidate dal generale Radomir Putnik e supportate anche dalle forze del Regno del Montenegrole truppe serbe opposero un'ostinata resistenza, infliggendo agli austro-ungarici una sconfitta nella battaglia del Cer agosto e obbligandoli a ritirarsi oltre frontiera [37].

Dopo una controffensiva serba al confine con la Bosniasfociata nell'inconcludente battaglia della Drina 6 settembre-4 ottobregli austro-ungarici del generale Oskar Potiorek lanciarono una nuova invasione il 5 novembre, riuscendo a occupare la capitale Belgrado foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale Putnik fece arretrare lentamente le sue forze fino al fiume Kolubaradove inflisse una disastrosa sconfitta alle truppe di Potiorek obbligandole ancora una volta alla ritirata; il 15 dicembre i serbi ripresero Belgrado, riportando la linea del fronte ai confini prebellici [38].

Giunta piuttosto in ritardo alla corsa per la spartizione dell'Africanel la Germania deteneva limitati possedimenti nel continente: isolati dalla madrepatria dal blocco navale alleato e circondati dai territori dei più ampi imperi coloniali britannico e franceseil loro destino era praticamente segnato fin dall'inizio delle ostilità [39].

La piccola colonia del Togoland odierno Togo fu rapidamente occupata dalle forze anglo-francesi già verso la fine dell'agostomentre più impegnativa fu la lotta nel Camerun tedesco : la capitale Buéa fu occupata da truppe coloniali francesi e belghe il 27 settembrefoto di sesso della Seconda Guerra Mondiale, favorite dal terreno impervio e dalle foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale tropicali, le ultime guarnigioni tedesche non furono costrette a capitolare prima del febbraio La guarnigione dell' Africa Tedesca del Sud-Ovest odierna Namibia sostenne un'invasione da parte delle truppe sudafricane e benché appoggiata dall' insurrezione di alcuni ribelli boeri contro le autorità britanniche, fu infine costretta alla resa nel luglio [39].

Molto più lunga fu la lotta nell' Africa Orientale tedesca odierna Tanzania : al comando di un miscuglio di coloni tedeschi e truppe arruolate tra gli indigeni locali Schutztruppeil colonnello Paul Emil von Lettow-Vorbeck intraprese una serie di azioni di guerriglia e attacchi mordi-e-fuggi ai danni delle colonie confinanti il Kenya britannico, il Congo belga e il Mozambico portogheseinfliggendo agli Alleati diverse sconfitte [39].

All'inizio delle ostilità le due principali flotte da guerra, quella britannica e quella tedesca, si fronteggiarono nelle ristrette acque del Mare del Nord ; la Germania, consapevole dell'inferiorità numerica nei confronti della Grand Fleet britannica, mantenne un atteggiamento prudente, decidendo di evitare uno scontro diretto finché posamine e sommergibili non l'avessero indebolita e non avessero diminuito i commerci con le colonie [41].

La geografia della costa nord della Germania favoriva questo tipo di strategia: le rive frastagliate, gli estuari e la protezione assicurata dalle isole come Helgoland costituivano un formidabile scudo per i porti di WilhelmshavenBremerhaven e Cuxhaven e allo stesso tempo offriva un'eccellente base per rapide incursioni nel mare del Nord [42].

Il ministro della guerra turco Ismail Enver diede il suo assenso all'entrata nei Dardanelli alle due navi, ben sapendo che tale decisione rappresentava un atto ostile nei confronti del Regno Unito e che avrebbe sospinto la Turchia nell'orbita tedesca; per non pregiudicare la neutralità della Turchia, esse vennero comunque cedute con un finto atto di vendita.

Non seguirono atti ostili e le unità furono ancorate al porto di Costantinopoli [44]. Negli oceani invece la caccia alle unità tedesche fu l'obiettivo principale per le flotte alleate. Con la distruzione dell' Emden avvenuta il 9 novembrei britannici resero sicuro l' oceano Indianoma questo successo fu neutralizzato dalla grave sconfitta subita nella battaglia di Coronel nell'oceano Pacifico, dove la divisione dell'ammiraglio Cradock fu battuta dagli incrociatori corazzati dell'ammiraglio Maximilian von Spee [45].

Da quel momento in poi gli Alleati poterono contare su sicure vie di comunicazione oceaniche per i loro traffici di rifornimenti e truppe; poiché le rotte oceaniche devono per forza avere un capolinea sulla terra ferma, la logica risposta tedesca fu quella d'incrementare lo sviluppo dell'arma sottomarina, che rese gradualmente più pericolose le traversate [45].

Foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale fronti dove si combatteva e quelli dove ci si aspettava di farlo erano ormai numerosi. L'8 aprile iniziarono i rastrellamenti e le fucilazioni, dando avvio a una vera e propria pulizia etnica. Massacri e deportazioni divennero sistematici e foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale appelli rivolti agli Alleati e a Berlino perché intervenissero in qualche modo rimasero inascoltati [48].

Nel l'Impero ottomano era in solidi rapporti foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale la Germania, che da tempo investiva capitali nello sviluppo economico dell'Impero e curava l'addestramento delle sue forze armate [49]. Alle prese con l'impegnativa situazione del fronte orientale, i russi non furono immediatamente in grado di sfruttare la vittoria e fino a marzo il fronte caucasico rimase stazionario, con solo poche schermaglie tra le due parti; alla ricerca di un capro espiatorio per la disfatta, gli ottomani accusarono la minoranza armena, che viveva nelle regioni di confine, di connivenza con i russi, sottoponendola a partire dal febbraio a deportazioni e massacri [52].

Gli attacchi ottomani foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale ben presto un'aperta rivolta e il 19 aprile i fedayyin armeni s'impossessarono dell'importante città di Vanresistendo poi all'assedio posto dagli ottomani; approfittando dell'occasione i russi lanciarono una massiccia offensiva nel settore orientale del fronte, liberando Van dall'assedio il 17 maggio, ma venendo infine bloccati dagli ottomani nel corso della battaglia di Malazgirt luglio L'attacco navale fu invece un fallimento: i forti furono travolti dal volume di fuoco delle corazzate anglo-francesi, foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale con l'assistenza tedesca gli ottomani avevano provveduto a sbarrare lo stretto con ampi campi di mineche provocarono forti perdite agli attaccanti, obbligandoli a desistere.

Consci del fallimento, gli Alleati si ritirarono poi da Gallipoli ai primi del gennaio [56]. Il 6 novembre truppe anglo-indiane sbarcarono nella penisola di al-Fawdando avvio alla campagna della Mesopotamia ; la spedizione era stata voluta per allontanare qualsiasi minaccia ottomana ai possedimenti britannici nella regione del Golfo Persico e ben presto ottenne diversi risultati: il 21 novembre le forze britanniche presero l'importante porto di Bassorafoto di sesso della Seconda Guerra Mondiale ai primi di dicembre fino a al-Qurna dove sconfissero nuovamente una forza ottomana [57].

La costituzione di una solida testa di ponte a Bassora rendeva praticamente inutile continuare la campagna: la minaccia turca al Golfo Persico era sventata e la Mesopotamia era troppo lontana dalle regioni chiave dell'impero perché fosse vantaggiosa una sua completa occupazione; tuttavia la debole resistenza offerta dagli ottomani, ulteriormente confermata dal completo fallimento di una loro foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale in direzione di Bassora a metà aprilespinse l'alto comando britannico a continuare l'azione, convinto di poter ottenere altri facili successi [58].

Un nuovo fronte fu aperto nel sud della Palestina: l' Egitto era ufficialmente un vassallo ottomano, sebbene fosse politicamente controllato dal Regno Unito fin dale allo scoppio delle ostilità era stato rapidamente occupato da una forza di spedizione britannica, australiana e neozelandese; il canale di Suez rappresentava un punto vitale per gli Alleati e i tedeschi fecero pressione sugli ottomani perché ne progettassero l'occupazione [57].

Falliti tutti i tentativi di aggiramento, sul fronte occidentale i due schieramenti iniziarono a fortificare le proprie posizioni scavando trincee, camminamenti, rifugi, erigendo casematte. Dal mare del Nord alle Alpifra uno schieramento e l'altro, si estendeva la terra di nessunouna fascia di terreno martoriata dalle granate e continuamente contesa da entrambi gli schieramenti, che rappresenterà fino agli ultimi attacchi alleati del la prerogativa del conflitto [59].

Nel corso delmentre i tedeschi conducevano una quasi esclusiva strategia difensiva, gli anglo-francesi progettarono una serie di offensive per tentare di rompere il fronte e tornare alla guerra di movimento. Già il 20 dicembre i francesi lanciarono una grande offensiva nella regione della Champagne-Ardenneproseguita fino al 20 marzo con scarsissimi guadagni territoriali.

Fu poi la volta dei britannici che in marzo attaccarono a Neuve-Chapellenell' Artois : fu aperta una piccola breccia nel fronte ma gli attaccanti furono lenti ad approfittarne e i tedeschi la chiusero rapidamente [60].

Tra maggio e giugno gli anglo-francesi lanciarono un nuovo attacco nell'Artoisseguito da una terza offensiva tra settembre e novembre mentre contemporaneamente i francesi attaccavano nella Champagneprima che l'inverno rallentasse i combattimenti: ancora una volta fu guadagnato poco terreno al prezzo di pesanti perdite [61].

L'unica azione offensiva tedesca su vasta scala a occidente nel si ebbe il 22 aprile, quando prese avvio la seconda battaglia di Ypres : impiegando per la prima volta e su vasta scala gas venefici cloroi tedeschi tentarono di rompere il fronte alleato nelle Fiandre, ma schierarono troppe poche truppe per sfruttare lo sfondamento iniziale e l'attacco fu poi fermato [62].

Lo stallo sul fronte terrestre spinse entrambi i foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale a cercare strategie innovative per uscire dall'impasse. Il 17 febbraio i britannici arruolarono alcuni minatori che iniziarono a studiare le modalità per eliminare da sottoterra le postazioni tedesche [65].

Dopo l'attentato di Sarajevo Austria-Ungheria e Germania avevano deciso di tenere all'oscuro delle loro decisioni l'Italia, in considerazione del fatto che il trattato di alleanza avrebbe previsto, in caso di attacco dell'Austria-Ungheria alla Serbia, compensi territoriali per l'Italia [66].

Il 24 luglio Antonino di San Giulianoministro degli esteri italiano, aveva preso visione dei particolari dell'ultimatum e aveva protestato con l'ambasciatore tedesco a Roma, dichiarando che se fosse scoppiata la guerra austro-serba sarebbe derivata da un premeditato atto aggressivo di Vienna [67] ; la decisione ufficiale e definitiva della neutralità fu infine presa nel Consiglio dei ministri del 2 agosto e diramata la mattina del 3 [68].

La neutralità ottenne inizialmente consenso unanime, sebbene il brusco arresto dell'offensiva tedesca sulla Marna facesse nascere i primi dubbi sulla invincibilità tedesca. Gruppi interventisti minoritari andarono formandosi nell'autunno fino a raggiungere una consistenza non trascurabile dopo appena pochi mesi; gli interventisti paventavano la sminuita statura politica, incombente sull'Italia, se fosse rimasta spettatrice passiva: i vincitori non avrebbero dimenticato né perdonato, e se a prevalere fossero stati gli Imperi centrali si sarebbero vendicati della nazione vista come traditrice di un'alleanza trentennale [69].

Il 3 maggio successivo fu rotta la Triplice alleanza, fu avviata la mobilitazione e il 23 maggio fu dichiarata guerra all'Austria-Ungheria, ma non alla Germania, con cui Antonio Salandra sperava, futilmente, di non guastare del tutto i rapporti [71]. Il piano strategico dell'esercito italiano, sotto il comando del generale e capo di stato maggiore Luigi Cadornaprevedeva un atteggiamento difensivo nel settore occidentale, dove l'impervio Trentino costituiva un saliente incuneato nell'Italia settentrionale, e un'offensiva a est, dove gli italiani potevano contare a loro volta foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale un saliente che si proiettava verso il cuore dell'Austria-Ungheria [72].

Lo schema si ripeté identico a metà luglio, e poi ancora in ottobre e novembre: ogni volta gli assalti frontali degli foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale cozzarono sanguinosamente contro le trincee austro-ungariche attestate sul bordo dell'altopiano del Carsoche sbarrava agli attaccanti la via per Gorizia e Trieste [73].

Il granduca Nicola, che pure era riuscito ad evitare una disfatta completa, venne sostituito come comandante in capo direttamente dallo zar Nicola II.

Solo a metà settembre i russi riuscirono a ricostruire un fronte stabile cedendo l'intera Polonia e ampie zone dell'attuale Lituania : a parte le pesanti perdite umane e di materiale, i russi dovettero abbandonare alcune delle loro più importanti zone industriali, mettendo in crisi la produzione bellica [74].

Il fronte serbo rimase pressoché immobile per gran parte delfinché gli eventi non si svilupparono improvvisamente a favore degli Imperi centrali.

Il 6 ottobre von Mackensen diede avvio all'invasione e le forze austro-tedesche attraversarono la Sava penetrando nel nord della Serbia, mentre l'11 ottobre le truppe bulgare attaccarono da est: i serbi opposero una dura resistenza nelle foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale montuose dell'interno ma si ritrovarono in forte inferiorità foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale e vennero progressivamente respinti verso sud-ovest; il 22 ottobre i bulgari presero il nodo ferroviario di Kumanovotagliando la via di ritirata serba verso sud e bloccando le truppe francesi che risalivano da Salonicco verso nord, poi sconfitte e obbligate alla ritirata nella successiva battaglia di Krivolak 17 ottobre novembre [75].

Questa strategia si sarebbe capovolta nel quando le potenze centrali avrebbero mantenuto la difensiva a est e cercato di far uscire la Francia dalla guerra [78]. Nel febbraio sia la Germania, sia la Foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale avevano stilato ciascuna un piano per trionfare sul fronte occidentale. Il capo di stato maggiore tedesco Erich von Falkenhayn aveva previsto di attirare l'esercito francese in una grande battaglia di logoramento attorno alla piazzaforte di Verdun ; i piani anglo-francesi miravano a disarticolare con un'offensiva estiva le linee tedesche sulla Sommedistruggendone le difese con una "guerra d'attrito" [79].

I britannici decisero che l'attacco sarebbe stato preceduto da un incessante tiro di artiglieria, quindi le fanterie sarebbero avanzate compatte e avrebbero aperto ampi varchi che la cavalleria avrebbe sfruttato per avanzare in profondità [80].

In alcuni casi le pattuglie riuscirono perfino a fare prigionieri mentre i ricognitori aerei riferirono di vaste distruzioni nelle linee francesi [82].

Il generale von Falkenhayn, soddisfatto, poté seguire il suo piano di "dissanguamento graduale" dell'esercito francese [83]. Malgrado l'iniziale impeto, l'attacco tedesco tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo fu smorzato dal riassetto del fronte francese operato da Pétain.

Venne deciso di condurre una vasta azione anche sulla riva sinistra della Mosa per alleggerire la riva destra [84]ma nei successivi tre mesi le avanzate da entrambe le parti furono minime al costo di perdite gravissime. In maggio i tedeschi si prepararono a un nuovo balzo in avanti per occupare le future basi di partenza per l'assalto finale a Verdun, ossia la piazzaforte di Thiaumont, l'altura di Fleury-devant-Douaumontil Forte di Souville e Fort Vauxossia l'estremità nord-est della linea francese [85].

I combattimenti attorno Verdun sarebbero continuati sino a dicembre sotto l'incalzare delle divisioni francesi, nel crescente disinteresse dello stato maggiore tedesco [87]. Impegnati in due teatri, i tedeschi oramai risentivano pesantemente della logorante caparbietà dei britannici sulla Somme e dei contrattacchi del generale Robert Georges Nivelle a Verdun [88].

Il 18 novembre, con un ultimo attacco alle trincee verso Grandcourtche si risolse con un modesto successo, l'offensiva della Somme poteva considerarsi definitivamente sospesa [89]. Le stragi di Verdun e della Somme comunque non cambiarono le strategie inconcludenti dello stato maggiore francese, che avrebbe ripetuto i medesimi errori nel provocando ammutinamenti e ribellioni in parte dell'esercito [91]. Anche sul mare la contesa tra britannici e tedeschi era giunta a un punto di stallo.

Il nuovo comandante della flotta tedesca ammiraglio Reinhard Scheer aveva deciso di adottare una tattica più offensiva, conducendo frequenti bombardamenti navali sulle coste orientali dell'Inghilterra nel tentativo di attirare in battaglia la Grand Fleet.

Sul fronte carsico, dopo che in marzo un altro assalto italiano sull'Isonzo si era foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale con perdite elevate e scarse conquiste, furono gli austro-ungarici a passare all'offensiva nel Trentino: il 15 maggio ebbe foto di sesso della Seconda Guerra Mondiale la Strafexpedition "spedizione punitiva"durante la quale l'esercito italiano venne attaccato tra la valle dell'Adige e la Valsugana.

A settembre e ottobre ebbero inizio altre due battaglie, la settima settembre e l'ottava ottobre dell'Isonzo, che causarono un ingente numero di vittime e portarono a grame conquiste territoriali: errori, condizioni meteorologiche avverse e scarsità di materiali impedirono agli italiani di sfondare le linee e raggiungere Trieste [95].

Dopo aver sfondato in vari punti le linee austro-ungariche, in otto giorni i russi catturarono un terzo delle truppe che si opponevano loro 2. Il 17 giugno i russi presero Czernowitzla città più orientale dell'Austria-Ungheria [98].

Il paese avrebbe avuto qualche probabilità di successo se fosse sceso in campo prima, quando la Serbia era ancora una forza attiva e la Russia non aveva ancora intaccato il proprio potenziale; i due anni in più di preparazione avevano raddoppiato il numero di soldati a scapito dell'addestramento, quando invece gli austro-tedeschi avevano ormai sviluppato tattiche e armi adatte alla guerra in corso.

L'isolamento della Romania e l'incapacità dei suoi vertici militari avevano impedito la trasformazione di un esercito composto da fanteria in una forza moderna []. La maggior parte della Romania, con i suoi fertili campi di grano e i giacimenti petroliferi, fu conquistata dagli Imperi centrali, che ridussero l'esercito romeno all'impotenza e inflissero una seria sconfitta politico-strategica agli Alleati []. Eliminata la Serbia, le forze austro-ungariche invasero il Montenegro ai primi di gennaio e nonostante la sconfitta patita nella battaglia di Mojkovac gennaio l'obbligarono a capitolare prima della fine del mese [].

Lanciate all'inseguimento dell'armata serba in ritirata, le forze degli Imperi centrali penetrarono anche in Albania, in preda all'anarchia dopo che una rivolta popolare nel settembre aveva portato alla dissoluzione del governo centrale [] : le truppe austro-bulgare avevano occupato il nord e il centro del paese già prima della fine di aprilema un corpo di spedizione italiano fu in grado di prendere il controllo delle regioni meridionali, nel tentativo di mantenere il possesso dello strategico porto di Valona [].

L' armistizio di Erzincan del 5 dicembre e il ritiro della Russia dal conflitto posero infine termine alle operazioni nel Caucaso.