Il sesso su qualsiasi argomento

Ciò che ti unisce ti dividerà

Veste Sarah Jessica Parker nel film Sex and the City

Il rapporto tra la religione e la sessualità coinvolge la morale sessuale, intesa non tanto come parte del sentimento generale comune a tutti, il sesso su qualsiasi argomento preminentemente come delle restrizioni morali religiose o obblighi che coinvolgono il comportamento sessuale umano.

Le norme di condotta della società in termini di sessualità tendono ad essere collegate alle credenze religiose, alle condizioni socio-ambientali o anche da entrambi questi fattori messi insieme [1]. La sessualità e la riproduzione sessuata sono elementi fondamentali dell'interazione umana - relazioni interpersonali- e dell'ambiente sociale in tutto il mondo. Ognuna delle religioni maggiori ma non solo loro ha sviluppato nel corso dei secoli dei codici morali i quali coprivano le questioni riguardanti la sessualità in generale comprese l' omosessualità e la masturbazione in primis la moralità, l' etica ecc.

Questi codici hanno l'intento di regolare le situazioni che possono condurre all'origine dell'interesse sessuale, cercando di influenzare in una maniera "religiosamente positiva" l' attività sessuale e le relative pratiche il sesso su qualsiasi argomento delle persone.

Inoltre le "restrizioni sessuali" sono uno degli universali della cultura, peculiare a tutte le società umane. Conseguentemente la maggior parte delle religioni ha veduto la necessità di affrontare la questione del ruolo più "appropriato" da dare alla sessualità all'interno delle interazioni umane. Diverse religioni posseggono codici differenti di moralità sessuale; questi sono atti a regolare l'attività sessuale o ad attribuire dei valori specificamente normativi a determinate azioni o pensieri emotivamente il sesso su qualsiasi argomento e carichi di contenuti sessuali.

Le opinioni delle il sesso su qualsiasi argomento e dei credenti religiosi variano ampiamente, potendo passare dal concedere alla sessualità e agli atti sessuali una connotazione piuttosto negativa fino a credere che l'attività sessuale sia la più alta espressione del divino numinosoossia circondato da un alone di sacralità nella terminologia di Mircea Eliade ; tipico quest'ultimo atteggiamento di molte religioni orientali e religioni africane che si rifanno all' animismo.

Alcune religioni distinguono le attività sessuali praticate al puro fine della riproduzione biologica - talvolta permesse solo in stato formale di unione matrimoniale e in un'età determinata età del consenso - da tutte le altre attività praticate per il solo piacere sessuale le quali sono - queste ultime - sovente considerate come immorali.

Diversi documenti attestano la presenza di sacerdoti o persone addette al culto che sono di sesso maschile ma vestono da donne e vengono in qualche modo assimilati alle donne, pur rimanendo in una categoria ben distinta da quella delle donne [2]. La persona che appartiene a questo gruppo è descritta con vari nomi ed è presente anche nelle successive Scritture ebraiche come kelebtermine tradotto nel Libro del Deuteronomio 23,19 come " cane " definizione che ha in origine la sfumatura di "cane da guardia" della divinità, dato che la si ritrova in un'iscrizione semitica cipriota [3].

Il testo biblico dice che questo il sesso su qualsiasi argomento di persone "consacrate" s'erano installate nell'interno stesso del Primo Tempio di Gerusalemme nel Secondo Libro dei Re 23,7 al servizio d'una divinità diversa da Yahweh. Essi riescono a commuovere la regina degli inferi Il sesso su qualsiasi argomento e a compiere la loro missione [5] ; esse vengono presentate come sacre e intimamente legate al culto delle divinità specialmente a quello di Inanna e Ishtar [6].

Più che a prostituti sacri si dovrà forse pensare a castrati, sul tipo di quelli descritti in epoca classica da Luciano di Samosata nel suo De dea Syria [7]che praticavano l'autoevirazione come forma di estremo ascetismo e definitiva consacrazione alla divinità il mondo classico li conobbe col nome di gallo [8].

I testi antichi presentano anche il caso di qedeshot sposate, cosa che rende poco probabile la traduzione di questo termine con "prostitute sacre" il sesso su qualsiasi argomentocioè tenute ad avere rapporti sessuali con i fedeli nella sua qualità di vicario della divinità. Benché una pratica di questo tipo sia attestata per le donne la ieroduliaperfino nello stesso mondo greco, la pratica della prostituzione maschile è stata soltanto dedotta dagli studiosi moderni sulla base d'una il sesso su qualsiasi argomento con la prostituzione sacra femminile, mentre mancano documenti antichi che attestino l'esistenza effettiva di tale pratica, tanto che non è mancato chi ha parlato di un "mito storiografico" [10].

In una versione del mito di Horus e Seth, i due dèi parenti in lotta per la supremazia, per arrivare a schiacciare una volta per tutte HorusSeth lo sodomizza e poi va a raccontare l'accaduto alle altre divinità, i quali nel sentire la cosa "vomitano e sputano" in faccia ad Horus [11].

Alcuni miti greci e latini presentano esplicitamente relazioni omosessuali, di solito di tipo pederasta vedi pederastia grecafra una divinità di sesso maschile e un giovane mortale maschio. Tali miti contengono un substrato iniziatico che ha fatto ipotizzare ad alcuni indoeuropeisti massimamente Bernard Sergent [13]anche se l'ipotesi parte da un saggio di Jan Bremmer [14] che in origine il rapporto sessuale fosse la rappresentazione, simbolica e teologica, di un effettivo atto omosessuale a cui erano sottoposti i ragazzi nei riti di iniziazione, come rito di passaggio dall'adolescenza all'età adulta, per renderli fertili attraverso la trasmissione del seme [15].

Perdutosi nel volgere dei secoli di questo rito, secondo Sérgent, ne rimase solo il ricordo mitico, che in epoca classica venne reinterpretato secondo le concezioni dei contemporanei relative all'omosessualità, attribuendo agli dèi amori carnali fini a se stessi.

Il solo mito greco-romano che descriva un rapporto sessuale fra una divinità femminile e un essere umano di sesso femminile è quello di Diana e Callisto [5]che ingloba tracce di un mito legato all'iniziazione anche sessuale, ma non il sesso su qualsiasi argomento delle giovani, nel passaggio dall'adolescenza all'età adulta.

La sessualità svolta tra sessi differenti, ed in particolare la procreazioneviene generalmente intesa come lo stato ideale dalle religioni abramitichele quali esaltano le relazioni monogame eterosessuali e la sacralizzazione dell'istituto matrimoniale.

In particolare l' Antico Testamento o Bibbia ebraica vieta l' adulterio e il contatto sessuale durante il periodo delle mestruazioni niddah.

All'interno di detti confini vi sono - virtualmente il sesso su qualsiasi argomento praticamente - alcune restrizioni assai severe le quali di fatto sono rese obbligatorie per i credenti.

Esse vietano le relazioni sessuali al di fuori del matrimonio eterosessuale, mantenendo in tal modo le restrizioni bibliche per quanto riguarda le relazioni sessuali all'interno del matrimonio, tra cui l'osservanza di niddah la proibizione di ogni tipo di relazione sessuale per un periodo comprendente la durata delle mestruazioni e lo tzniut requisiti di abbigliamento e comportamento modesto.

L'ebraismo tradizionale vede l' adulteriol' incestol' omosessualità maschile e il lesbismo come peccati gravi. Le donne non sono tenute ad avere rapporti sessuali con il marito, ma lui ha tale obbligo, se esso risulta essere necessario [16]. I rami più moderni dell'ebraismo hanno adattato prospettive più coerenti con la cultura secolare generale contemporanea. L'attività sessuale il cui scopo non è la procreazione è consentito all'interno del matrimonio, ma l' adulterio è considerato un peccato grave.

L' il sesso su qualsiasi argomento è consentito quando vi è un rischio consistente per la vita della madre [16]. Il metodo di contraccezione consigliato il sesso su qualsiasi argomento maggior parte delle autorità rabbiniche è la pillola anticoncezionale [16]. I rapporti sessuali come già detto sono proibiti solo durante il ciclo mestruale delle donne [16]. La maggior parte degli ebrei più convenzionali non accetta il poliamoreanche se alcune persone si considerano contemporaneamente ebrei e poliamorosi [17].

Una rabbina di spicco che accetta il poliamore è Sharon Kleinbaumfigura anziana della "Congregation Beit Simchat Torah" di New Yorkla quale afferma che il poliamore è una scelta che non preclude una vita ebraica osservante e socialmente consapevole [17].

Alcuni ebrei poliamorosi indicano anche il fatto che alcuni tra i patriarchi biblici avevano più mogli e concubine come una prova che le relazioni poliamorose possono essere considerate sacre all'interno dell'ebraismo [18]. Vi è anche un indirizzo di posta elettronica dedicato agli ebrei poliamorosi chiamato AhavaRabache si traduce approssimativamente come "grande amore" [18] in lingua ebraica il suo nome rispecchia la preghiera di Ahava rabbah che esprime ringraziamenti per l'"abbondante amore" di Dio.

Esistono diversi livelli per l'osservanza della modestia fisica e personale tzniut secondo l'ebraismo ortodosso derivato da varie fonti presenti nell' Halakhah. L'osservanza di queste regole varia da un intento di aspirazione all'obbligatorietà, fino alla routine attraverso lo spettro della più stretta osservanza ortodossa'.

Gli ebrei ortodossi tendono ad avere un basso tasso di assimilazione rispetto ai loro correligionari conservatori il sesso su qualsiasi argomento riformisti. Si dice che questa tendenza potrebbe essere correlata ad una tendenza generale verso un maggiore tradizionalismo sociale e religioso, oltre che ad essere il risultato di un matrimonio in età precoce e di un più alto tasso di natalità presente nelle famiglie maggiormente ortodosse, entrambe le cose in perfetta coerenza con il comportamento sessuale più tradizionale [20].

Solamente l'ebraismo ortodosso, unico tra tutte le denominazioni ebraiche, mantiene alcuni forti divieti nei confronti delle relazioni sessuali e il matrimonio, condizioni tradizionali relativamente dure per il divorzio, compreso il divieto biblico per un kohen discendente di Aronne a sposare una divorziata o una donna che è stata coinvolta in una sorta di cattiva condotta sessuale.

Queste rigidità, seppur osservate, sono generalmente considerate come questioni di carattere personale piuttosto il sesso su qualsiasi argomento di moralità. Per quanto riguarda il riconoscimento religioso del divorzio risulta necessario un documento scritto. L' ebraismo conservatorecoerente con la sua opinione generale che la Halakhah la legge ebraica è una guida vincolante alla vita ebraica ma soggetta a revisione periodica da parte del rabbinato, ha abrogato una serie di restrizioni osservate anche dall' ebraismo ortodosso.

In particolare, nel dicembreil "Committee on Jewish Law il sesso su qualsiasi argomento Standards" "Comitato del diritto conservativo ebraico per la Legge e gli standard ebraici" ha adottato una responsa che presentava due opinioni diametralmente opposte sul tema dell' omosessualità ; uno dei numerosi pareri ammessi limitava la pregiudiziale al comportamento omosessuale solo al sesso anale tra maschi, dichiarandolo essere come l'unico divieto esplicitamente biblico, dichiarando invece esclusivamente rabbinici tutti gli altri divieti ad esempio il sesso su qualsiasi argomento sesso orale tra maschi o il lesbismo e abolendo tutte le restrizioni rabbiniche basate sull'interpretazione del principio talmudico di "Kavod Il sesso su qualsiasi argomento "dignità umana".

Mentre si è rifiutato di sviluppare una qualche forma di matrimonio religioso gayha permesso di benedire l' unione civile di coppie lesbiche il sesso su qualsiasi argomento gay e di ordinare apertamente i rabbini lesbici e gay che accettano di non impegnarsi in sesso anale tra maschi [21] il sesso su qualsiasi argomento.

Due punti di vista tradizionalisti, tra cui uno che manteneva tutti i divieti tradizionali nei confronti degli attivi omosessuali, è stato adottato anche come opinione di maggioranza [23]ed un parere di minoranza che sollecita gli omosessuali che desiderano vivere come ebrei religiosi a sottoporsi a cure mediche.

Sono stati inoltre adottati approcci che consentono ai singoli rabbini, alle congregazioni e il sesso su qualsiasi argomento scuole rabbiniche di stabilire una propria politica sul comportamento omosessuale. L'ebraismo conservatore abitualmente si trova in posizioni intermedie tra l'opinione liberale e quella tradizionale sulle questioni sessuali nella società contemporanea statunitense, permettendo entrambi i punti di vista [24].

L'ebraismo conservatore ha mantenuto sui suoi testi giuridici una serie di requisiti il sesso su qualsiasi argomento divieti, incluso il requisito che le donne sposate osservino le leggi sulla purezza familiare e un divieto generale per la condotta eterosessuale dei celibi e delle nubili.

Le leggi sulla purezza della famiglia richiedono che le donne siano il sesso su qualsiasi argomento come tumah e taharah o come niddah durante il loro ciclo mestruale. Secondo la regola di tumahuna donna deve aspettare sette giorni per la conclusione del proprio ciclo mestruale e poi altri sette "giorni puliti" per poter entrare nel mikveh immersione rituale nell'acqua per il sesso su qualsiasi argomento avviare relazioni sessuali [25].

Lo stesso giorno in cui la "Committee on Jewish Law and Standards" CJLS ha rilasciato il suo responsum nei riguardi dell'omosessualità, ha rilasciato anche più opinioni sull'argomento della niddah tra cui un responsum che abrogava alcune delle restrizioni tradizionali sul contatto tra marito e moglie il sesso su qualsiasi argomento il periodo di niddahma mantenendo un divieto dei rapporti sessuali.

Il responsum permissivo sull'omosessualità ha usato l'approccio del movimento conservatore al niddah come analogia per interpretare la proibizione biblica contro la condotta omosessuale maschile e rimuovere le restrizioni che riteneva solo rabbiniche.

Inoltre ci aspettiamo che i comitati di colloquio, gli amministratori, i docenti e i colleghi rispettino il il sesso su qualsiasi argomento alla privacy e alla dignità degli studenti gay e lesbiche allo stesso modo in cui rispettano la privacy e la dignità degli studenti eterosessuali ". Il responsum ha esortato i giovani a non concedersi alla promiscuità e di prepararsi per "il matrimonio tradizionale", se questo è possibile, ripetendo ogni restrizione espressa sulla condotta eterosessuale non maritale [21] [22].

Anche prima di questo responsum le restrizioni sul sesso pre-matrimoniale erano state sostanzialmente ignorate, anche all'interno dei circoli ufficiali delle strutture religiose. Ad esempio quando lo Jewish Theological Seminary d'America propose di far rispettare una politica contro la convivenza non coniugale da parte degli studenti rabbinici negli anni '90, le proteste da parte degli studenti convinti della validità dei responsa rabbinici provocarono una completa rescissione della politica.

L'ebraismo conservatore proibisce formalmente il matrimonio il sesso su qualsiasi argomento e le sue norme attualmente indicano che espellerà un rabbino che svolge un matrimonio interreligioso. Esse mantengono una serie di restrizioni formali, tra cui un divieto di fare annunci di nascita nei bollettini della sinagoga per i bambini di madri non ebree e di accettare gli individui non ebrei come membri della stessa sinagoga.

Tuttavia, il matrimonio interreligioso è relativamente diffuso tra i laici conservatori e il movimento conservatore ha recentemente adottato una politica di maggior accoglienza nei confronti delle coppie interreligiose nella speranza di interessare i loro figli all'osservanza dell'ebraismo. La frattura di opinioni presente nella società americana tra punti di vista da una parte sempre più liberali e dall'altra sempre più tradizionalisti sulle questioni sessuali ma anche di altro tipo, nonché il divario tra la posizione religiosa ufficiale e la pratica laica in generale potrebbero aver contribuito ad un il sesso su qualsiasi argomento declino [27] [28].

L'ebraismo riformato, l' ebraismo laico umanista e l' ebraismo ricostruzionista non osservano o richiedono regole di sessualità tradizionali e hanno accolto coppie non sposate e omosessuali, oltre ad aver approvato le il sesso su qualsiasi argomento e i matrimoni omosessuali di impegno reciproco.

L'ebraismo della riforma e della ricostruzione è più tollerante nei confronti del matrimonio interreligioso e molti rabbini in entrambe le comunità lo esercitano. L'ebraismo umanistico consente anch'esso il matrimonio interreligioso; sia il sesso su qualsiasi argomento riforma sia il ricostruzionismo che l'ebraismo umanistico non richiedono più una cerimonia di divorzio religiosa separata dalla dichiarazione di divorzio civile.

Il punto di vista religioso sulla sessualità presentato come proveniente da un'unica "tradizione giudaico-cristiana", spesso arriva a travisare il punto di vista dell' ebraismo sulla sessualità. Molti atteggiamenti cristiani per quanto riguarda la sessualità sono completamente contrari agli atteggiamenti dell'ebraismo più ortodosso [29]. Se c'è qualcosa che differenzia le percezioni classiche dell'ebraismo e del cristianesimo è l'atteggiamento nei confronti della sessualità e la categoria del corpo umano.

A differenza del cristianesimo nell'ebraismo non c'è mai stata alcuna vergogna nei confronti del corpo. L'ebraismo non è estraneo all'affermazione e alla celebrazione del corpo e dell'anima. L' Antico Testamentoa differenza del Nuovo Testamentonon getta un divieto generale sulla sessualità, ma solo su alcuni atti come l' omosessualità maschile, la zoofilia o bestialità e la sodomia. Esso esalta anche l'amore coniugale attraverso il Cantico dei cantici [30].

L'ebraismo non dà valore alla verginità o alla castità degli sposi: una donna è virtuosa per l'ebraismo se dispone di una grande famiglia: i bambini sono una benedizione divina [38].

Il peccato originale non è costituito dalla sessualità, ma dal desiderio di conoscere oltre i propri limiti: Eva morse difatti il frutto dell' albero della conoscenza del Bene e del Male. Nell'ebraismo la nozione di matrimonio d' amore platonico tanto cara al cristianesimo, è del tutto estraneo. L'ideale cristiano del celibato e della verginità che appaiono nei capitoli VI e VII della Prima Lettera ai Corinziè totalmente alieno all'ebraismo [39].

L'idea che è meglio evitare il matrimonio o che i vedovi non dovrebbero risposarsi come proposto da Tertullianoo che il matrimonio è una medicina per l' immoralità come suggerito da Agostino d'Ippona - per il quale la sessualità è un peccato a malapena tollerabile - sono concetti impensabili per l'ebraismo [29].

Solo i il sesso su qualsiasi argomento vergini e casti sono in grado di servire pienamente Dio. L'ideale ebraico è invece rappresentato dal matrimonio ebraico ; esso è molto più di una preoccupazione privata, è anzi una preoccupazione cosmica per il futuro dell'intera umanità.

Tuttavia la procreazione non è l'unico scopo del il sesso su qualsiasi argomento per l'ebraismo; "non è bene che l'uomo sia solo". Essere soli, per l'Ebreo, rappresenta una terribile maledizione; il piacere sessuale è da condividere. Nell'ebraismo l'amore ideale nei confronto di una donna è rappresentato tanto dal suo corpo quanto dal suo spirito. Uno dei segnali che differenziano l' ascetismo non ebraico dall' ascetismo nell'ebraismosecondo Gershom Scholemè l'assenza di rinuncia sessuale autoimposta.

La libido non il sesso su qualsiasi argomento condannata, senza l'energia della libido il sesso su qualsiasi argomento civiltà occidentale si sarebbe esaurita. In un trattato ebraico del XIII secolo intitolato Menorat ha-Maor attribuito a Nahmanidema scritto da ibn Nakawanel capitolo sulla santità il sesso su qualsiasi argomento sessualità, dice: " che l'uomo non consideri la sessualità come qualcosa di ripugnante perché in questo modo si bestemmia Dio ".

In un mito ebreo presente nel Talmudnella Midrash e nello Zohar Jadash, ci si il sesso su qualsiasi argomento al primo essere umano che era un ermafrodita. L'amore è, allora, la ricerca dell'altro, perché senza l'altro rimane come un mezzo essere mancante: " Per questo l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne " [29]. La castità non è uno stato desiderabile per un ebreo: chi rimane celibe, è senza gioia, senza benedizione, senza bontà, privo anche della Torahnon protetto e senza pace Yevamot 62 [16].

I rapporti sessuali con persone di altre fedi non sono autorizzati perché per poterli attuare occorre essere sposati. Anche se una donna ebrea sposa un uomo gentile non ebreo i figli rimangono "nella legge ebraica a causa del ventre".

Sono presenti diversi riferimenti alla sessualità nella Bibbia. L' ermeneutica biblica ha variato nel tempo e il sesso su qualsiasi argomento tradizioni, pertanto ha variamente modificato il pensiero dei cristiani sui confronti della sessualità.

Nel cristianesimo, nonostante le ampie variazioni tra le diverse confessioni il sesso su qualsiasi argomentoche spesso comprendono nello specifico diversi punti di vista sulla sessualità, è possibile tracciare un quadro generale della visione del sesso nella dottrina biblica.

Le basi di molti punti di vista cristiani provengono dall'idea che la sessualità umana è stata creata da Dio allo scopo della procreazione e della privacy offerte alle coppie sessualmente attive in una relazione intima, emozionale e spirituale attraverso l'intimo rapporto fisico. Il matrimonio è un impegno verso un rapporto il sesso su qualsiasi argomento e continuo come base su cui costruire una famiglia stabile.

Data l'enfasi posta sulla funzione riproduttiva e la responsabilità che coinvolgono il sesso, le relazioni sessuali e gli atti sessuali al di fuori del fidanzamento sono il sesso su qualsiasi argomento o proibiti da alcune confessioni cristiane.

Secondo la dottrina cristiana e il magistero più diffuso, sia nel cattolicesimo sia nel protestantesimoma con una maggiore enfasi tra i cosiddetti "fondamentalisti" che tra i cosiddetti "moderati", la sodomia è un peccato in quanto non porta alla procreazione ed è considerata in contrasto con le intenzioni di Dio nei confronti della sessualità. Tuttavia un piccolo numero di chiese e confessioni il sesso su qualsiasi argomento considerano l'omosessualità moralmente accettabile, come ad esempio l'"International Lutheran Council", che rappresenta le chiese statali protestanti della Chiesa nazionale d'Islandala Chiesa il sesso su qualsiasi argomento Danimarcala Chiesa di Norvegiala Chiesa evangelica luterana finlandese e la Chiesa di Svezia.