Sesso che ragazza violentata Man

MI FAI UN POMPINO??? UNA RAGAZZA ACCETTA!!!

Amano il sesso chat online guardare gratis

Mi chiamo Mariantonietta, ho 34 anni, sono fidanzata sesso che ragazza violentata Man gestisco un negozio che vende prodotti biologici. Nella mia vita ho avuto solo due amori, più un'esperienza tra le due storie che ha un po' segnato la mia vita, e che mi ha portato a essere quella che sono. Ovviamente, un'esperienza di tipo sessuale, atipica, impensabile, profonda e, per me, sconvolgente.

All'epoca dei fatti ero fidanzata con Flavio, un ragazzo incredibilmente egoista, abbastanza presuntuoso e totalmente dominante nei miei confronti. Ce lo eravamo contese in due, io e una mia amica, per tanti anni, sin da quando eravamo tutti iscritti a una associazione benefica che, tra le tante cose, aiutava i bambini poveri o semplicemente abbandonati al loro destino scolastico da genitori super impegnati a studiare.

Alla fine l'avevo spuntata io, aveva scelto me, anche se ho il sospetto che prima di scegliere avesse effettuato con entrambe la "prova d'amore", e sesso che ragazza violentata Man solo una volta! In quel periodo conoscemmo Roberto, un nuovo associato che, insieme alla moglie, avevano la passione per tutto quello che fosse bio.

Flavio e Roberto andarono subito d'accordo, anche se quest'ultimo era più grande di lui di almeno una decina di anni. Io e la moglie un po' meno, non perché non fosse gentile con me, ma perché non c'era quasi mai con noi. Mi accorsi quasi subito che Roberto era molto gentile con me, e la cosa mi lusingava tantissimo, visto come mi trattava il mio ragazzo.

L'unico fatto era che, essendo molto timida, arrossivo sempre quando lui mi rivolgeva la parola, gli sorridevo troppo spesso e, sesso che ragazza violentata Man, mi accorgevo di accettare i suoi segnali più che respingerli. La serata procedette nel migliore dei modi, anche perché se mi metto sono brava in cucina, e gli ospiti fecero onore ai miei piatti.

Io indossavo una tuta da ginnastica e sapevo che questa, insieme alle mutandine, non opponeva molta resistenza all'invasione manuale.

Rimasi sesso che ragazza violentata Man ed eccitata al tempo stesso, temendo che Flavio o la moglie, girandosi, scoprissero questa sua manovra, ma la contempo non mossi sesso che ragazza violentata Man muscolo per evitare questa piacevolissima manipolazione.

Resistetti finché le dita non arrivarono al mio sesso, e solo a quel punto mi scossi e, scusandomi, dissi sesso che ragazza violentata Man dovevo andare in bagno. Mi asciugai con a carta igienica, sobbalzando quando toccai le mie grandi labbra che, per la tensione, erano diventate particolarmente sensibili. Poi, resistendo alla voglia di ripassare più volte la mia mano, mi alzai, mi rimisi a posto le mutandine e i pantaloni della tuta e, fattomi coraggio, ritornai in sala. Al momento dei saluti, Roberto mi strinse un po' troppo sesso che ragazza violentata Man negli occhi mentre mi baciava su entrambe le guance, e io gli sorrisi rilassata, abbandonandomi per un attimo tra le sue braccia, cosa che l'uomo dovette percepire immediatamente.

Potevamo solo arrivare per le nove di sera, visto che Flavio doveva rientrare alle 8 e Il giorno dopo, mentre ero impegnata con le pulizie della casa di Flavio, sentii squillare il cellulare e, rispondendo, sentii all'altro capo Roberto che mi chiedeva se potesse passare per un saluto.

Appena chiusa la telefonata sprofondai nella confusione più totale: cosa gli avrei sesso che ragazza violentata Man Cosa mi avrebbe detto? E, soprattutto, cosa avrebbe fatto? Scappai in bagno e mi guardai sesso che ragazza violentata Man specchio: un mostro!

Mentre mi stavo tirando su i soliti pantaloni della tuta, sentii squillare il campanello e, inciampando per la fretta, mi precipitai ad aprirgli il portone. Lo feci accomodare in salotto, sul divano, scusandomi dello stato della casa e, soprattutto, del mio stato, visto che non pensavo di ricevere visite.

Lui mi disse di non sesso che ragazza violentata Man e poi, con noncuranza, mi chiese se Flavio fosse andato all'incontro. Il mio confermare l'assenza del mio fidanzato parve rallegrarlo e, al contempo, fargli assumere la posa di un grosso gatto alle prese con un piccolo topolino.

Sapevo di avere i minuti contati e l'impazienza dell'attesa della sua azione mi stava snervando. Chiesi se voleva un caffè e, senza aspettare risposta, mi diressi verso la cucina per prepararlo. Ma qui mi sentii afferrare da dietro e stringere fra le sesso che ragazza violentata Man, mentre la sua bocca mi diceva che non era per il caffè che era passato. Provai a divincolarmi, gli chiesi di smetterla, cercai di sfuggirli ma finii in un angolo e lui mi fu subito addosso.

Mi ritrovai portata quasi di peso sul divano, con le mie gambe che scalciavano in aria come fanno i sesso che ragazza violentata Man piccoli e distesa su di lui in modo che il mio capo poggiasse sulle sue gambe. Mi teneva entrambi i polsi con la mano sinistra, mentre con la destra immobilizzava il mio corpo recalcitrante che cercava, divincolandosi, di sfuggire alla sua presa.

Mi sentii debolmente dire un no poco convinto, che man mano che si ripeteva diventava sempre meno convinto e meno udibile, anche se gemendo continuavo a muovermi a destra e sinistra e atirare le braccia per liberarmi dalla sua morsa. Le sue labbra schiusero le mie e, mentre mi opponevo, mi sentii invasa da un bacio profondo, totale, assolutamente insperato e, almeno in questo stato, assolutamente non accettato.

Mi sentii il sesso esplorato, come se Roberto avesse voluto prenderne possesso e, gridando, scalcia furiosamente dimenando i fianchi, col risultato che, allargando le gambe, mi sentii totalmente afferrare l'inguine dalla sua mano.

Tutto il mio pube era stretto tra le sue dita, mentre continuavo a ricevere un bacio che sembrava non finire mai. Anche se mi opponevo a quella che reputavo una violenza sessuale, mi accorgevi di essere bagnatissima e sapevo che Roberto se ne era accorto, perché ogni tanto passava la mano sopra le mie mutandine che, a quel punto, erano veramente fradice.

Non ce la facevo più, cercavo di prendere aria e di resistere alle ondate di piacere che scuotevano la mia pancia E poi gridai, più per la fine dell'attesa che per la sorpresa, quando le sue dita entrarono dentro le mutandine e, con una sicurezza granitica, dentro di me!

Roberto riprese a baciarmi mentre mi masturbava, lentamente ma con forza, mentre io non riuscivo a evitare di contorcermi sotto di lui, come una lucertola presa al laccio. Sentivo il mio sesso infuocato e lanciavo gemiti ogni qualvolta le sue dita mi penetravano, sempre più a fondo, sempre più numerose!

Mi stava scopando con sesso che ragazza violentata Man mano, e a nulla valeva che, a intervalli sempre più lunghi, gridassi il mio no. Tentai per l'ultima volta di liberarmi, ma uno schiaffo di Roberto sulla guancia destra e la sua stretta ancora più forte al collo mi fecero perdere le ultime energie volte a una resistenza che sapevo persa in partenza.

Percepivo la grossezza del suo pene dalle fitte che la mia vagina mi trasmetteva mentre il suo membro si faceva strada in me, sesso che ragazza violentata Man non sentii più nulla perché Roberto prese a sbattermi con una velocità e una forza incredibile, mentre con una mano continuava a tenermi inchiodata al divano e l'altra al usava per evitare che sesso che ragazza violentata Man miei fianchi ondeggiassero troppo.

Ero avvilita, umiliata dal suo atteggiamento: mi stava scopando come un violentatore, con pantaloni e mutandine sesso che ragazza violentata Man di quel tanto che bastava per favorire la penetrazione, senza nessun preliminare, nessuna carezza, nessuna attenzione.

Le sue spinte si fecero sempre più violente e gridavo ogni volta che il suo cazzo urtava contro la fine della mia fica entrando, sesso che ragazza violentata Man la mia posizione, mai perfettamente dritto ma saettando a destra e a sinistra, verso l'alto e verso il basso, a volte roteando in modo tale da allargarmi al massimo l'apertura.

Ormai avevo smesso di piangere e di gridare, e ansimavo solamente in preda a una eccitazione crescente che mi faceva ancor più star male, perché mi sentivo come se avessi in qualche modo accettato la sua violenza e, anzi, la volessi io per prima.

Si sentivano solo i suoi ansiti, i miei lamenti e il rumore del suo cazzo che sbatteva dentro la mia fica umida, emettendo un rumore che veniva amplificato dalla posizione che mi aveva fatto assumere. Senza darmi il tempo di capire cosa stese facendo, mi ritrovai la fica dentro la sua bocca, mentre la lingua si faceva strada verso il mio clitoride.

Mi sollevai come un'epilettica, sbattendogli la fica in faccia, sempre con quelle labbra attaccate alla mia vagina come una ventosa crudele, ma non riuscii a farlo staccare da mentre sentivo il mio corpo arrivare nuovamente al punto di non ritorno Non ebbi nemmeno il tempo di calmarmi che subito mi ritrovai distesa sul divano mentre Roberto, girando dal alto della testa, si mise a cavalcioni della mia faccia, facendo penzolare il suo pene gonfio e la sacca delle palle direttamente sui miei sesso che ragazza violentata Man.

Provai a spostare la testa prima a destra e poi a sinistra, ma il pene mi schiaffeggiava il viso, mentre le palle sbattevano sul naso, sugli occhi, sulle guance con rumori sordi. Infine fui costretta a prenderlo in bocca, mentre lui spingeva fino a soffocarmi. Mi sentii svenire al pensiero di Flavio che, se mi avesse visto in questo momento, non avrebbe riconosciuto la sua dolce e timida ragazza. E, di conseguenza, pensai a quel che sarebbe stata la serata sesso che ragazza violentata Man casa di Roberto, con che faccia avrei socializzato con la moglie sapendo come il marito mi avesse chiavato per tutto il pomeriggio, e mi sesso che ragazza violentata Man morire dalla vergogna!

Ma in fondo non era colpa mia: Roberto mi aveva violentato Forse non avevo reagito abbastanza decisa alle sue brame, forse potevo fare di più per impedirgli quel che mi stava facendo.

Sesso che ragazza violentata Man mentre la mia mente era occupata in questi pensieri e il mio sesso invaso dalla lingua di Roberto, mi ritrovai a succhiare quel membro turgido con golosità, inebriata dal profumo di uomo che sprigionava e da cosa gli stessi facendo provare.

Dopo cinque minuti di quella scopata infernale Roberto smise di colpo e si ritrasse da me, lasciandomi tremante distesa sul divano, con la pelle dei glutei che bruciava per la tortura cui era stata sottoposta e il sesso semiaperto in attesa di quel che poteva ancora succedere.

Risposi al suo bacio, dapprima timidamente e poi, accorgendomi ormai che ero passata dalla parte della violentata a quella dell'amante di giochi erotici spinti, con sempre più coinvolgimento. Scopata dal suo membro, penetrata dalle sue dita, con i seni compressi a turno e i capezzoli strizzati e la lingua avvinta alla sua, mi feci trasportare verso il terzo orgasmo del pomeriggio.

Pensai al mio ragazzo, pensai a sua moglie, pensai a lui e a me e, per la prima e l'ultima volta in vita mia, fui contenta di essere stata violata. Siamo 8. Online dal 3 Gennaio Registrati Vuoi pubblicare i tuoi lavori, commentare quell degli altri?

Registrati ora! È tutto completamente gratuito! Chi siamo Guarda la storia di ewriters e tutti le tappe che ci hanno sesso che ragazza violentata Man fin qui.

Contattaci dubbi, domande, proteste o semplicemente un saluto? Ultime pubblicazioni. Tutti gli autori. Gli scaffali. Violentata in casa di Handrea. Letto volte. Dallo scaffale Eros. Una storia vera che, dopo tanto tempo, mi è stata concessa di raccontare pubblicandola. Il nome della protagonista è reale, degli altri personaggi no. Ma cosa stavo architettando? E io persi totalmente il controllo di me! Anche questa volta smise di colpo, uscendo totalmente da me e inginocchiandosi tra le mie gambe.

E tutto questo senza avermi tolto né pantaloni e né mutandine! Ma anche questa volta avrei perso la partita! Quel che sarebbe successo sesso che ragazza violentata Man la cena sarebbe stata un'altra storia. Lascia un commento a questo lavoro: per lasciare un commento devi effettuare il login : effettua il login per commentare questo lavoro commenta. Registrazione Ti piace ewriters? Vuoi dare sfogo alla tua passione per la scrittura? Registrati gratuitamente!

Login E ora Tutti gli autori La lista degli autori che scrivono su ewriters. Gli scaffali Tutti i lavori raccolti per argomento. Almanacco Cosa succede ogni giorno su ewriters.

Sesso che ragazza violentata Man siamo La storia di ewriters dall'inizio a oggi. Regolamento Le poche regole da seguire Seguici I nostri contatti sui social network. Contattaci Hai bisogno di auto? O ci vuoi insultare? Cookies Informativa estesa sull'utilizzo dei cookies. Disclaimer ewriters.