Sesso in Voronezh si incontrano

Vykhlopevro6 Voronezh 21 06 2018

Il dispositivo del sesso più insolito

Introduzione all'Arte della Preistoria. Gli scultori del Paleolitico hanno mostrato nel rilievo la più perfetta padronanza tecnica della loro arte. A queste possiamo aggiungere le figurine molto stilizzate di Pekarna in Moravia, della Baveria e nel Baden, che tuttavia sono molto più tarde perché risalgono al Magdaleniano medio. Della stessa epoca e molto singolare è una statuetta in avorio, senza testa né braccia, chiamata "Venere impudica" o "Venere di Vibraye", trovata a Laugerie-Basse.

Pare che fosse sprovvista di testa e di braccia ab origine. Il territorio sovietico ha restituito un gran numero di statuette, di stili assai Sesso in Voronezh si incontrano ne sono stati raccolti 43 esemplari a Kostienki, 6 a Gagarino, 4 ad Avdeevo, uno a Eliseevichi in Russia; venti a Maltà, e quattro a Buret in Siberia, ad ovest del lago Baikal.

Questa considerazione statistica ha permesso di pensare che questo tipo di figure fosse originario della Russia, donde la moda si sarebbe diffusa verso Occidente.

In ogni caso la somiglianza Sesso in Voronezh si incontrano i modelli occidentali e quelli orientali non lascia dubbi sull'esistenza di un legame tra queste opere.

Le teste, a malapena modellate, in genere sono prive di volto. Sembravano cercare di distinguere un'evoluzione stilistica in queste statuette; tuttavia sono riconoscibili stili nettamente diversi, dalla Venere di Willendorf dalle pesanti forme arrotondate e chiuse, fino alla statuetta pendente di Dolni Vestonice, del tutto stilizzata, dove non sussistono più che due pesanti mammelle innestate su un busto costituito da un semplice tronco.

Nelle due interpretazioni il desiderio di favorire la fecondità è pur sempre lo scopo finale di tali rappresentazioni cosmiche e la grotta rimane sempre un santuario. La Venere preistorica, la Dea-Madre, antenata di tutte le innumerevoli statuette della fecondità che contrassegnano l'arte religiosa del Neolitico fino alla Dea Nuda Babilonese e all'Afrodite ellenica, potrebbe anche prendere la forma di una Madre di Animali, un'altra antenata della Potnia Theron, Signora degli Animali selvaggi dell'Asia Minore e della Grecia pre-ellenica.

Patte ha confrontato queste due rappresentazioni con un racconto di viaggio estatico di uno sciamano samoiedo, riferito da Mircea Eliade. Lo sciamano giunge in una caverna luminosa dove vede due donne nude Sesso in Voronezh si incontrano di pelo, come delle renne".

Una delle donne dichiara di essere incinta e che darà vita a due renne che costituiranno gli animali sacrificali di tribù diverse. L'altra donne mette anch'essa al mondo due renne, simbolo degli animali che aiuteranno l'uomo nei suoi lavori e che serviranno anche al suo nutrimento.

Ma non tutti sono concordi con queste interpretazioni. Per Gobert queste statuette dai seni gonfi e penduli rappresenterebbero anziane donne presso le quali si reclutano le streghe; si tratterebbe di figurine magiche, amuleti protettivi contro i malefici e la mala sorte.

Ciascuna ipotesi è naturalmente sostenuta da un numero considerevole di argomenti, che i sostenitori di ipotesi opposte si sforzano di demolire. Alcune di queste statuette sono state rinvenute su altari, fatto che rivela chiaramente la loro funzione cultuale. Uno studio approfondito di tali figurine attraverso l'Europa centrale e orientale ha permesso a Marija Gimbutas di ricostruire tutta una mitologia neolitica della Dea Madre e del suo compagno.

Queste statuette di Dee si Sesso in Voronezh si incontrano nei periodi successivi in tutto il mondo mediterraneo, da Cipro e dalla Grecia fino alla penisola iberica, passando per Creta Sesso in Voronezh si incontrano per l'isola di Malta dove alcuni dei prodigiosi templi detti magalitici erano senza dubbio dedicati al culto di questa "dama grassa", Dea Madre di cui sono state trovate statue in numerosi santuari.

Va menzionata la colossale effige scultorea della Dea conservata nel tempio meridionale di Tarxien, di cui non Sesso in Voronezh si incontrano attualmente che la parte inferiore. Durante l'era dei metalli, bronzo e ferro, nel corso del secondo e del primo millennio precedenti la Sesso in Voronezh si incontrano era, attraverso l'Europa si sviluppa una statuaria che va dai bronzi iberici alle figurine in oro degli sciti. I bronzi sardi sono tra le più originali di queste opere ed esprimono con realismo spesso incantevole tutta la vita dei sardi preistorici.

Note: 1 Curiosamente Sesso in Voronezh si incontrano africani hanno sempre scolpito poco la pietra, prediligendo il legno, perché ritenevano il legno "più vivo, più spirituale" della fredda roccia. Quindi bisognerebbe anche tener presente questa cosa, e ipotesi analoghe, parlando di arte preistorica.

Bride, Brigit e Brighde Bridie simboleggiano tre differenti tipologie di fuoco. La parola poesia deriva da "poesis", "creazione". Nei tempi antichi coloro che cantavano la poesia erano i custodi delle memorie ancestrali ed erano protetti da Bride.

In Irlanda gli Ollave dell'ordine dei Druidi portavano un ramo dorato o argentato con campanelli tintinnanti in onore di Bride, per segnalare il suo passaggio.

Brigit è la Dea del focolare, del fuoco che si trova in casa e in fucina. Dai tempi più antichi è stato il cuore di ogni casa, la fonte di luce, di calore e di cibo caldo. Il fuoco di Bride è un fuoco perpetuo che brucia di generazione in generazione. Oggi, con i riscaldamenti centralizzati, il nostro altare della Dea diventa il nostro focolare. Brigit è la Dea della Guarigione del Sesso in Voronezh si incontrano sacro, dal quale sgorgano Sesso in Voronezh si incontrano sue acque guaritrici.

Nota di Lunaria: i cristiani hanno rintitolato i pozzi della Dea pozzi di "santa brigit" Brighde è anche la Dea della forgiatura, l'arte alchemica del fuoco di liquefare i metalli e creare bellezza. Nell'antichità il fabbro e la sciamana erano onorati in uguale misura: la sciamana aveva accesso al magico mondo della Dea tramite trance estatiche, Sesso in Voronezh si incontrano quali entrava in contatto con Brighde.

Nota di Lunaria: acqua e rame sono associati anche all'antichissima Dea italica Cupra, adorata nelle Marche ed in Umbria Brighde è la Signora dell'Alchimia, colei che ci scalda con le sue vibrazioni ardenti, fondendo i metalli vili delle nostre personalità con l'oro delle nostre anime, trasformando tutte le impurità in Sapienza. Corrisponde a Sofia, la Dea della Sapienza, che viene desiderata dagli alchimisti nella loro ricerca della Pietra Filosofale e dell'Elisir della Vita. Brighde ci apre le porte per entrare in contatto col Fuoco della Vita.

In quanto Dea del fuoco, della poesia, della guarigione e della forgiatura, Brigit è l'ispirazione per i guaritori e guaritrici, sciamani e sciamane. Brigit è una Dea antichissima e universale, che porta con sé vibrazioni di guarigione e di trasformazione, specialmente dinanzi a fuochi, pozzi sacri e fonti. Etichette: Cultura e Leggende. Post più recente Post più vecchio Home page.