Limpotenza in nevrastenia

Le vere cause dell'impotenza maschile e come curarla in modo naturale

Granny seduce il suo nipote per il sesso

PREMESSA Questo prontuario rappresenta non solo un elenco di tutti i farmaci omeopatici, omotossicologici, oligoterapici, organoterapici, immunofarmacologici, nosodoterapici etc. Convinti che la nostra attuale produzione possa essere utile sia ai medici unicisti, sia ai pluralisti, sia ai complessisti, ci sentiamo sempre pi impegnati nel futuro a completarla e a migliorarla. Questo lavoro dedicato a tutti i medici, veterinari e farmacisti che credono limpotenza in nevrastenia nostra seriet e nella nostra continua ricerca della qualit.

Inoltre, essendo protesi soprattutto verso la ricerca nella farmacologia omeopatica e verso la sperimentazione dei nostri prodotti, ci auguriamo di meritare sempre maggiori riconoscimenti sia per la tecnologia applicata che per la struttura industriale che fanno della OTI la pi importante Azienda Omeopatica Italiana. LOmeopatia la terapia che agisce attraverso la legge dei simili, utilizzando le sostanze terapeutiche a dosi infinitesimali.

Egli aveva individuato due modi diversi di affrontare le malattie: la via dei simili e la via dei contrari. Per comprendere il significato ricorriamo ad alcuni semplici esempi. Quando limpotenza in nevrastenia il freddo si gelano le mani possiamo agire essenzialmente in due modi opposti: o le scaldiamo sul termosifone, o le mettiamo a contatto del ghiaccio o della neve per un attimo.

Se le mettiamo sul termosifone utilizziamo la via dei contrari perch applichiamo il calore per curare gli effetti del freddo. Utilizziamo invece la via dei simili se applichiamo il freddo intenso del ghiaccio per curare gli effetti del freddo. Qual la differenza fondamentale tra limpotenza in nevrastenia metodi opposti? Usando i contrari operiamo un intervento esterno che lascia passivo lorganismo nellesempio viene somministrato calore e lo stato di benessere che ne risulta limitato al tempo di somministrazione dellagente esterno o poco pi.

Nellesempio proposto la sensazione di calore cessa presto quando togliamo le mani dal limpotenza in nevrastenia ed anzi pu seguire un nuovo rapido e pi intenso raffreddamento. Usando i simili, operiamo una stimolazione sullorganismo che viene energicamente spinto a superare il problema esistente. Nel nostro esempio luso del freddo provoca una risposta riscaldante attiva da parte dellorganismo che, proprio perch attiva, sar intensa e duratura nel tempo.

In modo analogo allesempio riportato, dove si limpotenza in nevrastenia utilizzati mezzi fisici secondo la legge dei simili, si possono utilizzare limpotenza in nevrastenia le sostanze pi diverse. Usando il freddo dellesempio noi non abbiamo usato soltanto il simile, ma lidentico, cio la stessa sostanza che ha causato i disturbi. E questa una situazione eccezionale in omeopatia dove normalmente viene utilizzato il simile, il pi simile possibile chiamato simillimum che sufficiente a provocare la reazione guaritrice da parte dellorganismo.

Le sostanze che vengono usate per curare disturbi sono quelle che tossicamente sono in grado di produrle. Useremo gli estratti diluiti del veleno di ape per curare le punture di ape identico e tutte le punture dinsetto che provocano sintomi simili a quelli della puntura dellape simillimum.

Utilizzeremo larsenico per curare tutti i disturbi simili a quelli limpotenza in nevrastenia dallavvelenamento da arsenico; useremo coffea il caff per curare quegli stati di eccitazione simili a quelli che produce leccesso di caff. La dose infinitesimale. Tornando allesempio del freddo alle mani, evidente che esagerando con il ghiaccio non otterremo una reazione riscaldante da parte dellorganismo bens un autentico congelamento!

Cos, esagerando con larsenico non aiuteremo certo il paziente! Tutte le stimolazioni che vengono fatte secondo la legge dei simili vengono ottenute utilizzando quantit minime. I farmaci omeopatici, preparati dalle sostanze pi diverse, vengono diluiti fino ad essere presenti nel rimedio finale in quantit infinitesimale. Le diluizioni sono spinte ad un punto tale da essere da limpotenza in nevrastenia il bersaglio principale delle critiche di coloro che combattono lomeopatia senza volerne sperimentare gli effetti.

Studio del paziente. La prima fase un attento studio dei sintomi del paziente. Di ogni sintomo viene indagato il modo di presentarsi, di evolvere, di scomparire. Se si tratta di un dolore, ad esempio, si tratter di localizzarlo precisamente, di caratterizzarlo, di stabilirne le irradiazioni, la sensibilit al caldo, al freddo, al movimento, alla pressione Ricerca del rimedio. Scelta della diluizione dinamizzazione.

Sar la fase successiva alla scelta del rimedio pi simile. Essa viene limpotenza in nevrastenia tenendo conto di molti parametri. Schematicamente ci si pu rifare ad limpotenza in nevrastenia regola generale che indica luso di diluizioni basse fino alla sesta diluizione decimale o fino alla settima - nona diluizione centesimale quando il paziente presenta disturbi locali o sono presenti lesioni organiche in organi importanti; diluizioni medie limpotenza in nevrastenia settima fino alla trentesima centesimale quando i disturbi coinvolgono tutto lorganismo e si manifestano alterazioni generali della reattivit al caldo, al freddo, ecc.

Diluizioni pi alte sopra la trentesima centesimalesono indicate infine quando alle condizioni generali si aggiungono segni e sintomi psichici. Assunzione del rimedio. Di limpotenza in nevrastenia affidato al paziente. Il medico somministra direttamente solo quando la via inusuale o quando vi siano condizioni straordinarie per gravit o complessit. La via normalmente pi usata la via sublinguale perch rapida e le sostanze cos assunte passano direttamente nel circolo sanguigno senza mischiarsi con il cibo e limpotenza in nevrastenia quindi il transito del fegato, grande organo trasformatore ed inattivatore dellorganismo.

Si pu dire, con molta approssimazione, che meno progredita la malattia di cui si soffre, maggiori sono le possibilit di curare e anche di guarire con lomeopatia. Ma quel che pi importante ricordare che lomeopatia pu curare sia malattie organiche sia funzionali, acute o croniche. E necessario ricordare che la terapia omeopatica molto valida come terapia costituzionale, come terapia di terreno. Una cura omeopatica ben fatta pu aiutare a prevenire le malattie.

Prevenire vuol dire evitare che limpotenza in nevrastenia singolo individuo, che ha una particolare costituzione, un particolare terreno, possa sviluppare delle malattie. Il medico omeopatico, studiando il singolo individuo, pu iniziare una terapia costituzionale che migliora le difese, migliora lo stato generale e rende il singolo individuo pi resistente alle malattie. La terapia omeopatica pu essere molto indicata sia nelle malattie acute che. Ricordiamo che limpotenza in nevrastenia malattie acute sono quelle che hanno una evoluzione piuttosto rapida, da qualche ora a qualche giorno; le malattie croniche hanno una evoluzione e una durata molto pi lunga.

Si deve inoltre ricordare che la particolare preparazione dei rimedi omeopatici li priva di qualsiasi tossicit, e questo un grande vantaggio nella cura delle malattie croniche che richiedono tempi lunghi di cura. La terapia omeopatica ha dimostrato la sua utilit ed il suo beneficio anche per le donne in gravidanza le quali potranno curarsi con rimedi completamente privi di tossicit, di effetti collaterali, quindi al riparo da ogni rischio.

La terapia omeopatica in gravidanza sar rivolta sia a situazioni preesistenti, sia agli eventuali disturbi provocati dalla gravidanza stessa. Il parto risulter pi fisiologico. La terapia omeopatica non solo influenza favorevolmente il decorso della gravidanza, ma determina uno sviluppo pi armonioso del feto. E per questo motivo che la terapia omeopatica viene denominata: eugenica omeopatica. I bimbi curati gi in gravidanza saranno favoriti nel loro sviluppo fisiologico.

La terapia omeopatica in gravidanza permette, dunque, un intervento preventivo sia per la madre che per il nascituro, ed in questo campo la medicina omeopatica sembra non avere rivali. Il parto e i momenti successivi al parto possono essere seguiti con una terapia omeopatica. Limpotenza in nevrastenia dei rimedi omeopatici nella preparazione allintervento chirurgico e nel post-operatorio ha dimostrato ripetutamente di poter migliorare nettamente la prognosi, diminuendo e controllando lo shock operatorio, migliorando la tolleranza allintossicazione anestetica, prevenendo o riducendo le complicanze operatorie e post operatorie, accelerando infine la guarigione del paziente.

In quasi tutti i casi dove essi sono stati usati, i sanitari hanno testimoniato un migliore o addirittura straordinario decorso del caso. Lintroduzione nella routine chirurgica di questo tipo di presidi non potr quindi che migliorare ulteriormente i risultati.

Proprio la Chirurgia ed il Pronto Soccorso, per limmediata possibilit di riscontro dei risultati clinici, costituiscono la porta naturale di ingresso della terapia omeopatica nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale. Accanto ad essi indicata la potenza pi bassa in commercio. Sono disponibili naturalmente tutte le T. Sono disponibili, di tutti i rimedi insolubili in alcool, le triturazioni, tranne quelle tossiche.

Non forniamo le basi limpotenza in nevrastenia Nosodi e degli Organoterapici, ma solo le relative diluizioni dalla 4CH in poi. Le nostre Tinture Madri vengono preparate per spremitura dalla pianta fresca e seguendo limpotenza in nevrastenia, nella tecnologia, quanto indicato nei paragrafi - e dellOrganon. Flaconcino in vetro da granuli in astuccio protetto con alluminio.

Flaconcino in vetro da 60 compresse in astuccio limpotenza in nevrastenia con alluminio Flaconcini contenenti 20 ml in soluzione idroalcolica: tutte le dinamizzazioni fino alla 30CH.

Flaconcini contenenti 5 ml in soluzione idroalcolica per le seguenti dinamizzazioni: CH - M CH - 10 MK Flaconi in vetro da 30 ml contenente soluzione sciropposa. Sono disponibili, su richiesta, per tutte limpotenza in nevrastenia diluizioni. Utili in tutte le situazioni in cui ci sia intolleranza al lattosio, allalcool lattanti, etilisti, ecc.

Si possono limpotenza in nevrastenia direttamente sotto la lingua o scioglierne il contenuto in poca acqua. Fiale in vetro scuro contenenti 2 ml in soluzione idroalcolica. Come noto, per i medicinali omeopatici, nei quali si supera spesso il limite della materialit, si ipotizza lorigine energetica della loro azione terapeutica.

La loro efficacia, pertanto, trova giustificazione non pi nelle molecole della sostanza di partenza, ma nel loro potere energetico che si suppone associato a frequenze vibrazionali di natura elettromagnetica. Risulta evidente che, pi dei medicinali convenzionali, quelli omeopatici possono subire lazione perturbatrice di energie esterne, anche di non elevatissima intensit, che potrebbero interferire con le loro caratteristiche energetiche e quindi con limpotenza in nevrastenia loro efficacia.

Il lavoro sperimentale cui si rimanda per una completa analisi eseguito presso il Dipartimento di Energetica della Facolt di Ingegneria dellUniversit La Sapienza in Roma, consente di osservare che la protezione in alluminio, sia del tubo protetto che delle confezioni Magnum, oltre a tutta la produzione omeopatica della OTI, rispetto ai limpotenza in nevrastenia tubi di plastica o confezioni in cartone non protetto protegge limpotenza in nevrastenia contenuto dagli shock termici; salvaguarda dalle radiazioni elettromagnetiche dellambiente esterno; impedisce completamente lirraggiamento luminoso.

Il lavoro sperimentale si conclude affermando che: le confezioni protette con alluminio realizzate dalla OTI Omeo Tossicologici Italia sono particolarmente idonee per una corretta conservazione dei medicinali omeopatici, in relazione, soprattutto, alla loro ipotizzata natura energetica.

Tale cautela, pertanto, di fondamentale importanza al fine di disporre di un prodotto sicuro che svolga la sua azione terapeutica con il massimo dellefficacia e nel rispetto del periodo di validit ad esso attribuito. M 1CH T. Questa limpotenza in nevrastenia preparazione nata da quando limpotenza in nevrastenia dott.

Lamberto De Santis era fondatore della prima Industria omeopatica italiana, dopo uno studio approfondito dell Organon. Qui appresso riportiamo i paragrafi che lo convinsero allora a produrre le potenziate in capsule e ora, ancora pi vicine al concetto Hanhemanniano, liquide e granulari. Riteniamo che, per rimanere fedeli all Organon, le potenziate sono lunica forma farmaceutica di unitario che il medico omeopata dovrebbe adottare nella sua prescrizione quotidiana.

Dall Organon Ora che abbiamo visto quali rapporti intercorrono tra la cura omiopatica e le modalit fondamentali e particolari delle malattie, passiamo a trattare dei medicamenti, del modo di usarli e del regime di vita da tenere durante la cura. Questo il caso non raro nelle malattie acute; mentre nelle malattie abbastanza croniche una dose di medicamento omeopatico, limpotenza in nevrastenia scelto, sviluppa tutta lazione benefica di cui capace, secondo le sue qualit, con un miglioramento continuo ma lento, in periodo di tempo, che va da quaranta a cento giorni.

Ma al limpotenza in nevrastenia ed al malato interessa molto, se possibile, ridurre questo periodo di tempo alla met, ad un quarto ed anche pi e ottenere una guarigione molto pi rapida. E questa met si pu raggiungere benissimo, come mi hanno insegnato recentissime e ripetute esperienze; ma alle seguenti condizioni: 1 quale medicamento omiopatico deve essere scelto con attenzione, quello pi simile possibile; 2 se il medicamento ad alta potenza, deve venire somministrato sciolto in acqua e a dose piccolissima ed a intervalli, che lesperienza ha insegnato essere i pi atti ad accelerare al massimo la guarigione.

Devesi poi avere lavvertenza, che la potenza di ogni dose sia un p diversa da quella della dose precedente o successiva.

Questo accorgimento limpotenza in nevrastenia lo scopo di evitare che il principio vitale sia offeso ed eccitato a reazioni contrarie, come sempre accade 1 quando si usano ripetere dosi uguali e molto ravvicinate tra loro. Il principio vitale non accetta queste dosi uguali senza ripugnanza, ossia senza tralasciare di mettere in evidenza altri sintomi della malattia da medicamento oltre quelli simili ai sintomi della malattia naturale. Siccome la dose precedente ha gi determinato nel principio vitale le modificazioni a lei proprie, una nuova dose di uguale potenza, non pu pi fare la stessa cosa.

Con una tale dose identica il malato non pu altro che ammalarsi di altro male, ossia diventare pi malato di prima, poich ora rimangono ad agire solo quei sintomi della stessa medicina, che non sono pi omiopatici per la malattia naturale; quindi nessun progresso nei riguardi della guarigione, ma soltanto un vero aggravamento del malato.

Ma se invece ogni dose limpotenza in nevrastenia di potenza diversa, ossia di dinamizzazione un p pi altail principio vitale si lascia influenzare senza difficolt diminuisce ancora pi la sensibilit di fronte alla malattia naturale e portare pi vicino alla guarigione. La soluzione viene data in ragione di uno o pi crescendo progressivamente cuc. Cos nelle malattie croniche una medicina omiopatica bene scelta, sebbene abbia azione di lunga durata, pu essere ripetuta, con crescente successo, anche giornalmente per dei mesi.

Quando la soluzione in sette, o quattordici o quindici giorni consumata, alla nuova soluzione se il suo uso ancora indicato - si limpotenza in nevrastenia uno o pi granuli di una potenza pi elevata.